ULTIM'ORA

Guardia medica e H16, è polemica. Vasile (SMI): “soluzione deleteria per la Sicilia”


guardia-medicaNews Siracusa:“Della chiusura della Guardia Medica si sta parlando assai poco nel nostro paese. Eppure è uno degli effetti disastrosi dell’ h16”.  Sull’argomento interviene il Dott. Salvo Vasile, Segretario provinciale dello Smi (Sindacato Medici Italiani) di Siracusa  che ritiene deleteria l’ipotesi di articolare l’assistenza medica territoriale dalle ore 8 alla mezzanotte, lasciando, dopo questo orario, quale unica presenza notturna quella del servizio 118.

Il Servizio di Continuità Assistenziale sarà completamente stravolto. Da una parte – dice Vasile – avremo guardia medica e medici di famiglia assimilati in un unico ruolo in quanto gli operatori della guardia medica utilizzeranno gli ambulatori dei medici di base fino a tarda sera. Dall’altra i medici del 118 si troverebbero a svolgere i codici rossi di emergenza e le visite e le prescrizioni per patologie minori, con un conseguente carico di lavoro che andrà ad incidere pesantemente su pronto soccorso e servizi ambulanze.  Il guaio peggiore sarebbe quello della naturale disfunzione che si verrà a creare nell’assistenza medica di casi molto gravi.”

Il funzionamento del servizio in Italia cambia da regione a regione. Per tale motivo, per le problematiche che ne scaturirebbero in caso di attuazione dell’ h16 nella nostra regione, nonché per tutelare maggiormente i cittadini ed evitare un aggravio dei costi della Sanità Pubblica,  Vasile sollecita la deputazione regionale affinchè non applichi il decreto legge in Sicilia, mantenendo l’articolazione del servizio di continuità assistenziale così come gestito fino ad oggi

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: