ULTIM'ORA

Siracusa, gli studenti del “Corbino” a scuola di sanità: visita all’ospedale Umbero I


Umberto I Siracusa Times

News Siracusa: un gruppo di 16 studenti delle quarte classi del Liceo Scientifico Corbino di Siracusa diretto da Carmela Fronte, sarà ospitato da domani, per tre pomeriggi, il 29 aprile, il 6 e il 20 maggio, all’ospedale Umberto I di Siracusa, in un percorso di orientamento alla professione medica nell’ambito di un progetto sperimentale di alternanza scuola – lavoro promosso dal Liceo Scientifico a favore degli studenti che manifestano propensione verso l’orientamento alla scelta universitaria per le discipline mediche e sanitarie. Ciò anche grazie alla conoscenza dei presupposti teorici oggetto del loro attuale percorso di studi e l’uso di strumentazioni d’indagine ad alto contenuto tecnologico, informatico e digitale.

“Siamo ben lieti – sottolinea il direttore generale dell’Asp di Siracusa Salvatore Brugaletta – di accogliere questi giovani studenti dando loro la possibilità di conoscere, vivendola sul campo, una professione verso la quale nutrono particolare interesse. La consolidata collaborazione tra l’Azienda sanitaria e l’Istituzione scolastica, costituisce, ancor di più in questa occasione, un fattore importante per il successo formativo e per il futuro degli alunni che avranno a disposizione opportunità strutturate di apprendimento”.

Ogni esperienza pomeridiana prevede un briefing introduttivo in sala conferenze, quindi in due gruppi da 8 persone ciascuno, sotto la supervisione del docente di Fisica Emmanuele Schiavo componente il Gruppo di Progettazione, e accompagnati dal direttore del reparto di Anestesia e Rianimazione Maurilio Carpinteri e dal dirigente medico anestesista Laura Condorelli, gli allievi saranno condotti nei reparti di Radiologia, Anestesia e Rianimazione e Laboratorio Analisi coinvolti nell’iniziativa. A chiusura delle attività, nei locali scolastici, sarà tenuto, in collaborazione con i docenti della scuola, un seminario su tematiche di etica di fine vita e donazione di organi, al quale parteciperanno dirigenti medici del reparto di Anestesia e Rianimazione.

“Nelle attività di reparto – spiega il direttore dell’Unità operativa di Anestesia e Rianimazione Maurilio Carpinteri – gli studenti avranno la possibilità di visitare la sala d’emergenza della Rianimazione, verificare l’utilizzo e gli effetti della camera iperbarica, delle apparecchiature di monitoraggio cardiocircolatorio, degli ultrasuoni, delle radiazioni e dei campi magnetici sino a comprendere il funzionamento delle moderne apparecchiature di alta tecnologia diagnostica per immagini,  l’organizzazione della rete informatica ospedaliera, con una visita guidata all’hardware ed al software della rete informatica dell’ospedale per verificare i vantaggi offerti dai vari sistemi informatici nelle attività del laboratorio analisi, per la cartella clinica informatizzata, archiviazione di immagini, teleconsulto e teleconferenza e banche dati per la ricerca medica”.

 

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: