ULTIM'ORA

Città di Siracusa: gli azzurri battono per 2-0 il Palazzolo


città di siracusa

News Siracusa: il Città di Siracusa batte per 2-0 il Palazzolo nella terza uscita stagionale di ieri. Nella serata celebrativa del ripescaggio in Eccellenza della formazione gialloverde e dell’inaugurazione dell’impianto di illuminazione dello stadio “Scrofani- Sallustro”, la squadra di Alacqua conferma i progressi di gioco.

Nelle file azzurre c’è Monterosso dall’inizio a far coppia in avanti con Catania e capitan Mascara. Buoni i ritmi, grazie ad una temperatura ideale per giocare a calcio davanti ad un’ottima cornice di pubblico frutto della massiccia rappresentanza di fede azzurra.

Il primo acuto è del Palazzolo, grazie ad illuminante lancio di Filicetti che al 5’ permette a Sollano di presentarsi davanti a Scordino. Il numero undici locale però si lascia anticipare. Due minuti dopo Aglianò riesce a neutralizzare una conclusione di testa di Catania.

Al 14’ il Città di Siracusa si rende ancora pericoloso con Giordano, che dai 25 metri, timbra la traversa. In due minuti ancora Aglianò, fra il 16’ e il 17’ protagonista con due interventi strepitosi. Al 20’ gli azzurri passano con Catania che, in area, di sinistro non lascia scampo all’estremo difensore locale.

I locali subiscono il colpo e si rendono pericolosi in mischia al 23’ con Ricca che di non riesce a concludere. Al 28’ per ben due volte Aglianò è chiamato in causa prima sulla conclusione di Figura, e poi su un disimpegno maldestro di Ricca. Al 32’ Filicetti su calcio da fermo chiama in causa Scordino, mentre al 37’ una conclusione di Catania scheggia il palo alla destra di Aglianò.

Minuto 42’ capitan Mascara dalla distanza chiama in causa Aglianò, formato Garella, costretto a respingere con i piedi. In chiusura di tempo c’è spazio anche per una traversa colpita da Walid.

Nel secondo tempo dopo appena 1’ il giovane Monterosso si libera in area e si guadagna un calcio d’angolo. Al 53’ sempre Aglianò sugli scudi per neutralizzare una bella conclusione di Figura. La gara ovviamente cala di intensità e lo stesso Figura al 60’ ha la palla del raddoppio, ma calcia malamente e l’azione sfuma.

Al 61’ bella azione personale di Mascara che si beve tre avversari, calcia di sinistro, respinta del portiere avversario e per Catania è un gioco da ragazzi ribadire in rete per il 2-0.

Al 73’ Germano si guadagna una punizione dal limite e Filicetti chiama in causa Scordino. Poco prima della mezz’ora capitan Mascara lascia il terreno di gioco fra gli applausi, e al suo posto entra Dezai. Al 76’ Gennarini costringe Latino alla respinta. Dopo è solo girandola di sostituzioni.

Questi gli undici iniziali:
Palazzolo: Agliano’(54’ Latino), Saraceno(56’ Germano), Conselmo, Linares(63’ Miraglia), Ulma, Ricca, Walid(dal 50’ Doumbia), Calabrese, Strano, Filicetti(83’ Bordonaro), Sollano.
Città di Siracusa: Scordino, Liistro(80’ Orefice), Santamaria, Spinelli, Vindigni, Chiavaro(83’Marullo), Catania(80’ Petrullo),Figura, Monterosso(63’ Gennarini), Mascara(74’ Dezai), Giordano.
Arbitro : Messina di Siracusa
Angoli: 5-9 per il Siracusa
Reti: 20’ e 61’ Catania

 

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: