ULTIM'ORA

Siracusa. Giansiracusa e Scalorino accusano Lo Giudice di non confrontarsi con l’esecutivo provinciale


Scalorino, Lo Giudice, Giansiracusa Siracusa Times

Da sinistra: Orazio Scalorino, Alessio Lo Giudice e Michelangelo Giansiracusa

News Siracusa: clima collaborativo, squadra salda e coesa sembrano termini, ormai, non in uso in casa Pd, infatti dopo le dichiarazioni rilasciate dal segretario provinciale Alessio Lo Giudice e da quello cittadino Marco Monterosso (Leggi qui) i due vicesegretari provinciali Michelangelo Giansiracusa e Orazio Scalorino accusano Lo Giudice di “concordare la linea del partito con Raiti, Foti e Baio piuttosto che con gli organismi del partito“.

Giansiracusa e Scalorino accusano, inoltre, il segretario di non interpellare l’esecutivo, in quanto ritenuti, a detta dei due esponenti, troppo giovani, liberi e autonomi dai diktat.

Il giudizio dei due esponenti è netta: “la segreteria Lo Giudice sancisce ufficialmente la propria incapacità di gestione imparziale e la fine dell’unità del partito“. Quindi, un partito sempre più spaccato, sempre più diviso. Un partito che cerca di risollevarsi. Ciò accadrà? Come scriveva Alessandro Manzoni: “Ai posteri l’ardua sentenza“.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: