ULTIM'ORA

Siracusa. “Fuori Menù” conclude il secondo volume della kermesse queer con la commedia “Good as You”


good-as-you-stonewall-siracusa-timesNews Siracusa: si conclude questa sera, con la proiezione del film commedia “Good as You” di Mariano Lamberti, il secondo volume della rassegna cinematografica a tema LGBT “Fuori Menù”. L’appuntamento con il cinema LGBT è fissato, come di consueto, alle ore 20.00 presso la sala Arci di piazza S. Lucia, 20.

La kermesse, organizzata e promossa dall’associazione siracusana Stonewall, continuerà sino al mese di marzo con altre tre impedibili prime visioni: “I bambini sanno”, documentario di Walter Veltroni sarà proiettato in sala venerdì 19 febbraio ed anticiperà le visioni del docufilm di Filippo Soldi “Non so perché ti odio – Tentata indagini sull’omofobia e i suoi motivi” e de “I toni dell’amore” di Ira Sachs in programma, rispettivamente, per venerdì 4 e 18 marzo.

Le pellicole di “Fuori Menù” tornano dunque a catalizzare l’attenzione dello spettatore sulla vita ed i sentimenti della persone gay, lesbiche, bisex e transessuali. Scelta indiscutibile in vista dell’imminente votazione dell DDL Cirinnà sulle unioni civili tra persone dello stesso sesso che andrebbe, così come attualmente formulato, a regolamentare la cosiddetta “Stepchild adoption” e, tra gli altri, il tema dell’omogenitorialità.

La scheda del film “Good As You”:

Il motto “Good As You” è stato uno dei primi slogan del movimento omosessuale durante le marce di protesta alla fine degli anni ’60. Tratto dall’omonima commedia teatrale di Roberto Biondi, il film racconta con semplicità e ironia l’intreccio e le storie di otto amici, omosessuali, alle prese con amori, imprevisti, sorprese, gioie e dolori mentre affrontano nevrosi sentimentali, frustrazioni lavorative, piccoli e grandi tradimenti. In maniera innovativa, il regista Mariano Lamberti rappresenta una “grande famiglia” il cui principio di aggregazione è la scelta: scegliere le persone con cui condividere, parlare e con cui accompagnare la propria esistenza.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: