ULTIM'ORA

Siracusa, Festival Euro Mediterraneo: Norma inaugura il 4 luglio la seconda edizione


Norma Siracusa TimesNews Siracusa: “Casta diva, che inargenti …”. Sul colle Temenite risuona di nuovo la melodia del grande melodramma italiano. L’autore prescelto è il Cigno catanese Vincenzo Bellini, l’opera è Norma, pietra miliare del teatro musicale.

Sulla scia dello strepitoso successo riportato lo scorso anno dalla prima edizione, per la gioia di tutti gli appassionati, residenti e turisti, si conferma al Teatro Greco di Siracusa la programmazione della Stagione Lirica del Festival Euro Mediterraneo. Sarà dunqueNorma, firmata dal grande regista e scenografo Enrico Castiglione, ad aprire il prossimo 4 luglio l’auspicata seconda edizione, che prevede altre tre repliche (il 10, 18 e 25 luglio): un autentico evento, se si considera che il capolavoro belliniano viene messo in scena per la prima volta nell’area archeologica della Neapolis.

Si consolida così – visto il “tutto esaurito” ripetutamente registrato nell’estate 2014 con l’allestimento dell’Aida di Verdi e una prestigiosa serie di balletti e concerti – il progetto ambizioso e mai riuscito prima d’ora di aprire l’imponente spazio scenico del Teatro Greco di Siracusa alla lirica e al teatro musicale, con l’obiettivo di consolidare un festival permanente di opera, danza e musica che possa competere con i maggiori festival operistici estivi internazionali e, al tempo stesso, essere un importante volano turistico per la città di Siracusa, per la Sicilia e per l’intera area del Mediterraneo.

Un progetto esclusivo, che con questa seconda edizione prosegue e consolida il cammino del Festival Euro Mediterraneo, avviato e realizzato dalla produzione e organizzazione della Fondazione FEM e promosso dal Comune di Siracusa, dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, da Siracusa Turismo, dall’Associazione Noi Albergatori di Siracusa, grazie alla disponibilità dell’Assessorato ai Beni Culturali della Regione e della Soprintendenza Archeologica di Siracusa, sull’onda di un riscontro senza precedenti che già nel 2014 ha suscitato un plauso generale. E ciò non soltanto quando la notizia dell’apertura del Teatro Greco di Siracusa alla lirica ha fatto il giro del mondo, ma soprattutto al termine della prima edizione per gli straordinari risultati raggiunti, raccogliendo consensi in primo luogo da parte dei promoter del turismo internazionale e dell’intero settore alberghiero siciliano, in considerazione della presenza di un pubblico eterogeneo, giunto dai cinque continenti, che ha determinato incrementi per la Città di Siracusa di oltre il 18% nel solo mese di luglio.

L’edizione 2015 parte dunque con Norma. Lo spettacolo è stato presentato in data odierna nella conferenza stampa che si è svolta nella sala Archimede del Comune di Siracusa, e alla quale hanno partecipato il Sindaco Giancarlo Garozzo e il maestro Enrico Castiglione insieme alla compagnia.

«Lo scorso anno con Aida ho risposto ad un’autentica sfida irresistibile ed appassionante, perché era per me inconcepibile che in una cavea classica così importante e maestosa non si fosse consolidato in tutti questi anni un festival operistico internazionale. Nel 2015 affronto la nuova scommessa di Norma con grande entusiasmo, in un momento storico in cui molti festival rischiano di chiudere» ha confidato il maestro Enrico Castiglione. E prosegue: «Da quando nel 2009 ho fondato in Sicilia il Festival Belliniano, che nel 2015 giunge alla settima edizione, avevo il desiderio di portare l’opera di Bellini anche al Teatro Greco di Siracusa. Ho immaginato l’intero allestimento proprio mentre provavo la regia dell’Aida. Sono molto contento che questo desiderio sia stato reso possibile, grazie in primis al Sindaco di Siracusa, Giancarlo Garozzo, e alla Fondazione Inda, di cui lo stesso sindaco è presidente, all’Assessore ai Beni Culturali della Regione Siciliana Antonio Purpura e al direttore generale dell’Assessorato Gaetano Pennino, al Presidente di Siracusa Turismo, Sebastiano Bongiovanni, nonché alla collaborazione tra la Fondazione FEM e il Festival Belliniano di Catania».

«La prima edizione del Festival Euro Mediterraneo – ha dichiarato il Sindaco di Siracusa e Presidente dell’Inda, Giancarlo Garozzo – ha avuto la scorsa estate un enorme successo in termini di presenze, ma soprattutto di consenso, da parte del pubblico come della critica e della stampa. Era perciò un’esperienza senz’altro da ripercorrere, e per il secondo anno consecutivo Siracusa ed il Teatro Greco entrano nel circuito mondiale della lirica e della danza. Uno dei maggiori monumenti dell’antichità viene così ulteriormente esaltato. È la prova del nove che la conservazione del nostro patrimonio non deve essere un limite alle grandi potenzialità che possono derivare da una sua valorizzazione, mirata ad espandere il pubblico di residenti e turisti. È questo l’obiettivo cui dobbiamo mirare, e non solo in questo momento di crisi».

Sulla stessa lunghezza d’onda appare la nota fatta pervenire da Francesco Italia, vice Sindaco ed Assessore alle Politiche Culturali del Comune di Siracusa: «La stagione lirica di luglio si pone senza soluzione di continuità rispetto al ciclo di spettacoli classici che da oltre un secolo identifica la produzione artistica del Teatro Greco – con la musica e la danza, il Festival Euro Mediterraneo ha introdotto un elemento di novità, ma non di contraddizione, che amplifica a livello internazionale il richiamo turistico della città di Siracusa».

I conti tornano. «Il Teatro Greco ha tutte le carte in regola – commenta in un’altra nota Sebastiano Bongiovanni, presidente di Siracusa Turismo (società che vede insieme Camera di Commercio, enti privati e partner pubblici) – per candidarsi come Arena del Sud, sull’esempio di Verona. E ciò grazie alla professionalità dell’organizzazione del FEM, ma anche al “sistema città” che ha coinvolto istituzioni pubbliche e operatori economici. Siracusa Turismo mette a disposizione i propri strumenti di comunicazione, dal portale ai social network, e su questi ultimi si registrano commenti entusiastici. Successo di pubblico, guadagno economico, ulteriore visibilità della città: tutto ciò aumentando il ranking di Siracusa tra le destinazioni turistiche».

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: