ULTIM'ORA

Siracusa. Emergenza caldo: + 30% accessi al Pronto Soccorso nelle ultime 48 ore. Asp: posti letto riservati anche nelle cliniche private


 

News: “In questi ultimi due giorni  l’afflusso di pazienti al Pronto soccorso è aumentato del 30 per cento a causa degli effetti delle straordinarie condizioni climatiche”. E’ quanto riferisce il responsabile del Pronto soccorso dell’ospedale Umberto I di Siracusa Carlo Candiano.

Considerato il perdurare delle alte temperature climatiche di questi giorni, l’Asp di Siracusa ha disposto, nell’ambito delle azioni previste nel piano operativo per la gestione delle ondate di calore, la riserva di posti letto, in aggiunta a quelli già disponibili, nei reparti maggiormente interessati per patologie correlate degli ospedali della provincia. Eventuali ricoveri saranno anche assicurati tramite il trasferimento nelle strutture private accreditate.

Con una nota a firma del direttore generale dell’Asp di Siracusa Salvatore Brugaletta, infatti, anche le cliniche private accreditate sono state invitate, “avendo dato sempre prova di ottima collaborazione e nell’ambito della unitarietà del servizio sanitario di cui è parte integrante la sanità privata”, di mettere a disposizione dei posti letto riservati a complicazioni correlate e riconducibili all’innalzamento climatico durante questa delicata fase che comunque, secondo i bollettini meteorologici, non dovrebbe protrarsi oltre questa settimana.

In questi casi la prevenzione è fondamentale. Raccomandiamo a chi assiste le persone anziane che non avvertono la sensazione della sete, di far bere giornalmente due litri d’acqua, come fossero una medicina prescritta. Ciò in quanto, non avvertendo la sensazione di sete, gli anziani sono più soggetti ad andare in disidratazione. Raccomandazioni a tutti, inoltre, di fare soggiornare anziani e bambini in ambienti freschi, di non farli uscire nelle ore più calde e di segnalare ai servizi socio-sanitari persone anziane che vivono da sole che si ritengono in situazioni che necessitano di intervento.

Il Piano operativo locale per l’emergenza ondate di calore 2017 traccia le linee di indirizzo per le iniziative che tutte le strutture aziendali coinvolte, Distretti, Ospedali e unità operative interessate, devono attuare per mitigare l’impatto di eventuali ondate di calore in collaborazione con i medici di medicina generale, le Amministrazioni comunali, Protezione civile e associazioni di volontariato. Responsabile per l’emergenza climatica dell’Asp di Siracusa è il direttore sanitario Anselmo Madeddu, referente è il responsabile dell’Unità operativa Educazione alla Salute Alfonso Nicita che provvede, unitamente all’Unità operativa Emergenza 118-PTE diretta da Gioacchina Caruso, a stabilire le linee guida dell’intervento clinico di emergenza predisponendo quanto di competenza nei vari livelli di allarme.

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: