ULTIM'ORA

Siracusa e Buscemi: furto di materiale ferroso. I Carabinieri arrestano tutti i ladri


carabinieri siracusa times

News Siracusa: i Carabinieri della Stazione di Priolo hanno tratto in arresto per il reato di furto aggravato in concorso tre persone. Ciro Celotto, residente a Priolo, classe ’71 pregiudicato per un reato specifico; Carlo Luminario classe ’91 e Giuseppe Fidone, classe ’75, questi ultimi entrambi residenti a Priolo con precedenti di polizia specifici a loro carico.

Nel primo pomeriggio di ieri questi tre uomoni hanno fatto irruzzione in un’area dismessa di una società di costruzioni, situata lungo la litoranea priolese, trafugando circa 120 Kg di materiale ferroso. La refurtiva poi sarebbe stata caricata su un altro mezzo non ancora individuato. Solo grazie al pronto intervento dei militari operanti nella zona,  è stato possibile bloccare i tre pregiudicati, ancora all’interno della proprietà.

A seguito, poi, di una perquisizione personale a Ciro Celotto è stato rinvenuto, all’interno di una tasca dei suoi pantaloni,  un coltello a serramanico di genere vietato, quindi, sottoposto a sequestro.

I tre arrestati, una volta condotti in caserma per espletare le formalità di rito, sono stati sottoposti al regime detentivo degli arresti domiciliari in attesa di giudizio così come disposto dall’AG competente.

News Buscemi: un caso analogo ha coinvolto i Carabinieri della Stazione di Buscemi, con il supporto del personale della Stazione di Cassaro. Nel corso della giornata di ieri, i militari hanno tratto in arresto in flagranza del reato di furto aggravato: Salvatore Colombo, classe 1986, con precedenti di polizia; Ahmed Osman Abdil Wahib, cittadino somalo classe 1986 e Abdi Anshur Ahmed, cittadino somalo classe 1990.

Allertati dal proprietario che ha notato il lucchetto del cancello d’ingresso forzato, i Carabinieri sono intervenuti cogliendo di sopresa i tre uomini, intenti a caricare su un furgone circa 500 kg di materiale ferroso di varia natura precedentemente asportati da uno stabile in disuso sito in contrada Pavone.

Terminate le formalità di rito, gli arrestati sono stati tradotti presso le rispettive abitazioni al regime degli arresti domiciliari, in attesa della celebrazione del rito direttissimo presso il Tribunale di Siracusa.

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: