ULTIM'ORA

Siracusa. Droga, armi e refurtiva: durante i controlli della Polizia spunta di tutto, arrestato


stupefacente_e_arma_sequestrati_siracusatimesNews Siracusa: i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Siracusa hanno tratto in arresto Aimone Stevens, classe 1991, incensurato, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, ricettazione e porto e detenzione di arma e munizionamento. Nella decorsa nottata, l’equipaggio dell’Arma ha proceduto all’identificazione di un gruppo di giovani notato in via Comiso. Fra questi l’Aimone ha da subito tradito un certo nervosismo, negando a specifica domanda di avere la propria autovettura al seguito. Appena i militari dell’Arma hanno accertato che il veicolo Ford Focus parcheggiato vicino ai giovani fosse invece di proprietà dell’Aimone, hanno proceduto ad un’attenta perquisizione intuendo, dalle mendaci dichiarazioni rese dall’arrestato, che al suo interno potesse esservi occultato qualcosa.

Infatti, i Carabinieri hanno rivenuto un sacchetto contenente quaranta grammi di hashish, occultato sotto il sedile posteriore destro, al di sotto del rivestimento in moquette, un astuccio contenente cinque grammi della medesima sostanza, un bilancino elettronico ed un coltello a serramanico intriso di stupefacente, occultato all’interno del cruscotto. Inoltre, è stata rinvenuta una pistola marca Kimar, mod. 85 auto, cal. 8 mm, priva di matricola, modificata, perfettamente funzionante, completa di caricatore munito di sei colpi g.f.l. 380 auto, occultata sotto il sedile posteriore sinistro, al di sotto del rivestimento in moquette.

La ricerca dei Carabinieri ha consentito anche il rinvenimento di un paio di manette in metallo di colore nero, prive di marca e matricola, con relativa chiave, nascoste all’interno del vano porta oggetti anteriore, nonché di due anelli, di cui uno in oro bianco con tre brillanti ed uno in oro bianco/giallo con zircone al centro, rinvenuti all’interno del bagagliaio con relative custodie. I militari dell’Arma hanno anche sequestrato la somma contante di 205 euro in banconote diverso taglio, occultata al di sotto del posacenere della vettura, verosimile provento dello spaccio. La pistola sarà inviata al R.I.S. di Messina per accertamenti tecnici finalizzati ad individuare l’eventuale utilizzo in pregressi eventi criminosi. L’arrestato è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: