ULTIM'ORA

Siracusa, Doppi turni alla “Archia”, gli studenti costretti a recarsi di pomeriggio a scuola


Siracusa. Doppi turni, è questa la scelta adottata dalla dirigente del comprensivo “Archia”, l’istituto entrato al centro di una polemica per la mancata disponibilità di aule per una classe di studenti costretta a svolgere l’attività didattica tra lo spogliatoio e l’androne della scuola (Leggi qui). Una decisione che arriva dopo il “no” del Consiglio d’Istituto della Giaracà alla concessione di un’aula nel plesso di via Asbesta (Leggi qui).

“Se nessuna delle due parti ha voglia di ascoltare, di prendere decisioni responsabili, di sentire il dovere etico di agire, i non permettermelo per la fiducia che le faglie hanno risposto in me e nei miei docenti all’atto dell’iscriizione – si legge nella lettera redatta dal dirigente scolastico e inoltrata ai genitori – . Pertanto ho preso una decisione gravosa ma necessario[ …] effettuare sia in via Sbesta sua in via Monte Tosa l’attività didattica su due doppi turni a partire dal 9 ottobre,  di mattina dalle 8 alle 14 e nel pomeriggio dalle 14.30 alle 20.30 […] Prendiamo atto delle decisioni assunte seppur dettate in un dato momento da buoni propositi – si legge ancora nella lettera -, hanno la fine penalizzati i nostri bambini, come sempre vittime e testimoni innocenti delle storture del mondo degli adulti”.

Sul “caso Archia”, ritorna anche il Consigliere comunale Alessandro Acquaviva (Leggi qui), che si rivolge all’Assessore alla Pubblica istruzione, Boscarino: “la dirigente dell’Istituto Archia ammette i propri errori e invoca l’intervento dell’Assessorato alla Pubblica istruzione del Comune per risolvere il problema che è di ordine logistico , gestionale e politico. Il disagio interessa centinaia di famiglie di alunni e docenti costretti ad adeguarsi ai turni pomeridiani. Le chiedo ,per la terza e ultima volta ,di esercitare le sue prerogative . Se non ora, quando?”.

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: