ULTIM'ORA

Siracusa: domani saranno donati kit “Leo4children” a Neonatologia, pediatria e NPI


Umberto I Siracusa Times

News Siracusa: domani dalle ore 16 alle ore 18 il Multidistretto Leo 108 Italy procederà alla consegna di apparecchiature elettromedicali e di materiale ludico didattico e valutativo, donati nell’ambito del tema operativo nazionale “Leo4Children”, ai reparti di Neonatologia e Utin e di Pediatria dell’ospedale Umberto I di Siracusa nonché all’Unità operativa di Neuropsichiatria infantile dell’ospedale A. Rizza di viale Epipoli.

Alla cerimonia di consegna sarà presente il direttore generale dell’Asp di Siracusa Salvatore Brugaletta. A consegnare le donazioni sarà lapresidente del Leo Club Siracusa Francesca Cataldo con i soci del Club, la presidente Distrettuale Enrica Lo Medico e il delegato Distretturale per il Service Leo4Children Ennio Prizzi.

 La prima consegna avverrà alle ore 16 nel reparto di Neonatologia e Utin dell’ospedale Umberto I di Siracusa diretto da Massimo Tirantello. I Leo doneranno un ventilatore portatile per terapia intensiva dedicato ai neonati, 2 set pediatrici di laringoscopio convenzionale con ricambi, 2 palloni di rianimazione in silicone pediatrici e 2 neonatali corredati di maschere.

A seguire, alle ore 17, i giovani Leo si sposteranno al reparto di Pediatria dell’ospedale Umberto I diretto da Antonio Rotondo per la consegna di un Kit Leo composto da materiale ludico-didattico destinato alla sala ricreativa del reparto.

Alle ore 18, infine, si recheranno alla Neuropsichiatria infantile all’ospedale A. Rizza di viale Epipoli diretta da Paola Iacono dove procederanno alla consegna di un Kit Leo composto da 2 Test di sviluppo per la valutazione del quoziente cognitivo del bambino.

Il Tema operativo nazionale “Leo4Children” si pone come obiettivo principale quello di allestire o migliorare, ove presenti, le sale ricreative dei reparti di pediatria delle strutture ospedaliere italiane, fornendo, dove necessario, anche apparecchiature mediche o materiale di arredamento. Il fine del progetto è quello di sostenere i bimbi e le mamme tentando di migliorare la qualità del loro periodo di permanenza ospedaliera.

 

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: