ULTIM'ORA

Siracusa. Da questa mattina, la città, ha una nuova effigie del genio Archimede


News Siracusa: è un’aria di festa quella che si respira oggi a Siracusa nel nome di Archimede, infatti questa mattina è avvenuta l’inaugurazione della statua bronzea, opera dello scultore Pietro Marchese e di Virginia Rossello del genio aretuseo conosciuto in tutto il mondo. La statua, poggia su una base, lo Stomachion, ritenuto, a torto, un semplice gioco matematico, ma con cui Archimede voleva far capire che bisognava inventare problemi che costringessero la matematica ad affrancarsi dalla povertà linguistica del gioco. In tale basamento, tra l’altro, sono tracciate alcune iscrizioni riepilogative della vita e delle opere di Archimede.

Clima di festa sottolineato anche dalla presenza del Corpo Bandistico Città di Siracusa, dalle numerose autorità civili e militari e da una folla di cittadini incuriosita dalla nuova effigie del genio siracusano.

Con l’odierna inaugurazione della statua dedicata ad Archimede, figlio illustre della nostra città, Siracusa si riappropria delle sue fondamenta storiche – dichiara Francesco Pappalardo, Socio fondatore del Club Rotary Siracusa Ortigia e capogruppo PD. “La mancanza di un vestigio dedicato ad uno dei più grandi scienziati e matematici della storia, i cui contributi spaziano dalla geometria all’idrostatica, dall’ottica alla meccanica, oltre a suonare come un’ingratitudine della comunità siracusana nei confronti di Archimede, ha costituito, dunque, una deminutio per la città. Il posizionamento dell’imponente monumento nello spiazzo della Darsena, al Rivellino, di fronte al mare, è, inoltre, un inno alla trasparenza e alla meritocrazia”.

“La realizzazione della tanto attesa statua – spiega Pappalardo –  per cui si è battuta, come componente del comitato ad hoc, la professoressa, Cettina Pipitone Voza, anche lei tra i soci fondatori del Club Rotary Siracusa Ortigia, è avvenuta tramite l’espletamento di un iter, conclusosi con l’indizione di un bando pubblico per individuare l’artista idoneo. Come si ricorderà, la commissione giudicante di cui ha fatto parte la stessa professoressa, Cettina Pipitone Voza ha, fatto, poi cadere la scelta su Pietro Malterse e sull’architetto, Virgina Rossella, i quali non si sono limitati a creare un manufatto da ammirare, ma anche da fruire”.

“Mi preme sottolineare – ancora Pappalardo –  come il risultato raggiunto sia il frutto della sinergia tra gli Enti locali e il Club service, che, rappresentativo del territorio nella società, si pone quale obiettivo primario la soddisfazione di un bisogno pubblico, dunque, di un servizio, per il miglioramento del benessere sociale.”

“Dopo 10 anni – dichiara l’assessore alla Cultura, Francesco Italiagrazie alla passione e alla tenacia di alcuni nostri concittadini, tra cui mi piace ricordare il compianto professore Mascali, il monumento di Archimede trova la sua collocazione a Siracusa. Un simbolo – conclude Italia –  fortemente identitario che spero possa inspirare le nuove generazioni a riflettere su chi siamo stati, chi siamo e chi vogliamo diventare”.

© Riproduzione riservata



Articoli correlati: