ULTIM'ORA

Siracusa, convocazione Direzione Cittadina PD sugli asili nido. Il Sindaco Garozzo risponde all’On. Zappulla


Garozzo Siracusa Times

News Siracusa: sulla presa di posizione del deputato nazionale Pippo Zappulla rispetto alla direzione cittadina del Partito democratico sugli asili nido (leggi qui), il sindaco di Siracusa e componente dell’assemblea nazionale del Pd  ha dichiarato: “non avevo alcun dubbio sul fatto che l’onorevole Zappulla non partecipasse alla discussione nella direzione cittadina del Pd. Sino ad ora ha sempre declinato l’invito al confronto sulle tematiche da lui denunciate. Preferisce le conferenze stampa. Preferisce solo parlare senza ascoltare, ma chi parla senza nessun interlocutore non può mai essere smentito”.

“Osservo che proprio l’onorevole Zappulla in più occasioni ha chiesto agli organismi del partito, anche pubblicamente, sulla stampa, di convocare l’amministrazione per fare chiarezza, salvo poi disertare costantemente il confronto. Chiunque può e deve criticare se lo ritiene giusto, non intendo mettere bavagli a nessuno, ma poi deve affrontare nel merito il confronto. L’onorevole Zappulla si confronti negli organismi se non ha nulla da temere. Ho grande rispetto per il lavoro della magistratura. Ritengo irriguardoso che vengano convocate conferenze stampa durante le indagini in corso, questo vuol dire non rispettare il lavoro degli inquirenti che per legge è coperto dal segreto di indagine”.

“Ma evidentemente per me la dialettica politica è segno di trasparenza e il rispetto degli inquirenti segno di garanzia mentre per l’onorevole Zappulla gli interventi sui giornali, senza confronto, sono strumento di propaganda: ha proseguito il Sindaco. Peraltro, considerato che l’onorevole Zappulla, come qualunque altro cittadino, non può essere a conoscenza dello stato di procedimenti penali ancora nella fase delle indagini preliminari, leggo con stupore che ipotizza “ragionevolmente” la “imminente conclusione del procedimento”. L’onorevole Zappulla dovrebbe aver maggior rispetto per chi conduce le indagini e non anticipare alcunché”.

“L’onorevole Zappulla si reputa garantista. Sarebbe interessante comprendere quale significato etico o politico attribuisca alle indagini preliminari e se il suo rigore nel valutare le condotte degli avversari politici valga anche per i suoi sodali. Due pesi e due misure. Per quanto mi riguarda preferisco separare i temi politici da quelli giudiziari. Troppe volte la sfera giudiziaria è stata utilizzata strumentalmente e senza alcun fondamento, dagli avversari politici, come nel caso dell’ex sindaco Massimo Carruba. L’onorevole Zappulla fa riferimento ad eventuali decisioni della direzione cittadina del Pd. Continua a fare confusione tra politica e giustizia. La segreteria cittadina ha acquisito tutte le notizie relative alla gestione degli asili nido confrontandosi con l’amministrazione. La direzione farà lo stesso e ovviamente potrà esprimere se lo vorrà e lo riterrà opportuno solo valutazioni di carattere politico e certamente non giudiziarie. Le direzioni non sempre si riuniscono per decidere ma anche per approfondire argomenti di rilevanza cittadina. Un dato è certo. Questa amministrazione ha messo fine a oltre 15 anni di affidamenti senza gare.

“Stiamo scontando la complessità delle procedure previste dalla legge e i tempi della giustizia. Le procedure di gara non c’entrano nulla con la politica. Appartengono alla gestione degli uffici e non della politica. Trovo ancora una volta scorretto il tentativo dell’onorevole Zappulla di condizionare le scelte dei consiglieri comunali del Pd rispetto alla richiesta di istituire una commissione consiliare di indagine su fatti e atti che sono già al vaglio della Procura. O pensa che la commissione sia superiore alla magistratura?”: ha concluso.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: