ULTIM'ORA

Siracusa, Consiglio Comunale: il resoconto della seduta svolta ieri sera


consiglioNews Siracusa: Il Consiglio comunale, nella seduta di ieri sera, su proposta del consigliere Salvo Sorbello, ha ricordato con un minuto di raccoglimento Roberto Mazza, già presidente di Confcommercio. “Mazza – ha detto Sorbello – ha sempre creduto nella necessità di dialogare con le Istituzioni per fare valere le giuste ragioni dei commercianti, consapevole che un corretto ed armonico sviluppo economico non può che essere basato anche sul terziario. Sotto la sua presidenza abbiamo realizzato iniziative importanti come i primi bus navetta gratuiti in Ortigia ed i traghettamenti per contrada Isola”.

Dopo i verbali della seduta dell’11 febbraio, il Consiglio ha approvato e resa immediatamente esecutiva la delibera che conferma, anche per il 2015, gli obiettivi ed i contenuti del “Piano di miglioramento dell’efficienza dei servizi di Polizia municipale”, presentata all’aula dall’assessore Antonio Grasso. Previsto dalla Legge Regionale 17/90, il Piano promuove “la crescita professionale degli addetti al servizio della Polizia Municipale, stante le funzioni, la poliedricità e la peculiarità dei compiti affidati loro dalle leggi vigenti, nella qualità di Pubblici ufficiali, di Ufficiali ed Agenti di Polizia giudiziaria, nonché di Agenti di Pubblica sicurezza”. Nella delibera si fa riferimento, tra le altre attività svolte dalla Polizia municipale, alla “Partecipazione nella realizzazione del Piano Comunale di Protezione Civile, all’accresciuta vigilanza sul territorio e allo svolgimento di attività derivanti dalle nuove e maggiori competenze demandate ai Comuni; all’uso di strumentazioni ed apparecchiature tecnologiche avanzate, all’onorosità dell’espletamento del servizio in turni, anche notturni, che coprono l’intero arco delle 24 ore giornaliere; al servizio di “pronta reperibilità” e flessibilità degli orari di lavoro, alla frequenza di corsi professionali di qualificazione, addestramento, specializzazione ed aggiornamento”.

Successivamente sono stati approvati i tre atti di indirizzo all’ordine del giorno. Il primo, avente ad oggetto i “Criteri di esecuzione dei lavori su strade e spazi comunali”, illustrato in aula dal consigliere Palestro, nasce come “Ristoro per il deterioramente della proprietà ed il disagio causato alla gestione della rete viaria. Attualmente – ha detto Palestro – si paga una tassa una tantum di 100 euro per chilometro, troppo esigua. Le somme incassate potrebbero servire per costituire un fondo per manutenere le strade”. Per il consigliere Cetty Vinci si tratta di un “Ulteriore costo che si ribalta sulla collettività”, mentre Salvatore Castagnino ne ha chiesto il rinvio nella varie Commissioni per “Esaminarne tutti gli aspetti soprattutto da un punto di vista economico per evitare di inserire somme sbagliate in bilancio”. L’atto di indirizzo, rispetto alla sua formulazione iniziale, è stato poi sostituito da un altro, illustrato dal consigliere Francesco Pappalardo che è stato approvato dall’aula.

L’atto invita l’Amministrazione a modificare l’art. 3 del vigente Regolamento in materia, nella parte relativa all’autorizzazione “Inserendo la previsione di una tabella di calcolo del contributo previsto per lo scavo che contempli il principio della differenziazione contributiva, in relazione alla tipologia stradale, alla sua estensione eseguita e alla caratteristica del sedime interessato, dando mandato agli uffici competenti di predisporre i relativi atti tecnico-amministrativi”.

La discussione sull’atto di indirizzo ha dato spunto al consigliere Gaetano Firenze per denunciare le modalità di esecuzione di lavori di scavo e ripristino del sedime stradale in via Puglia, “Strada non ancora oggetto di collaudo amministrativo del Comune con tutte le conseguenze che possono derivarne”.

Il Consiglio ha poi discusso l’atto di indirizzo, a firma Fabio Rodante e Massimo Milazzo, che impegna l’Amministrazione a dotare Siracusa di segnali turistici in legno, costruiti secondo il motivo di una freccia, che mettano in rete i luoghi di interesse turistico e mostrino la direzione da seguire per raggiungere i principali monumenti, musei, beni architettonici e luoghi paesaggistici della città indicando al contempo il tempo di percorrenza a piedi tra il luogo di posizionamento del segnale e la meta. “L’apposizione di questa segnaletica, certamente non costosa – ha detto Milazzo -è un servizio dovuto alla giusta cultura dell’accoglienza verso i turisti che giungono in città e al contempo è una piccola ma importante opera che contribuisce ad assegnare a Siracusa l’immagine di città turistica, mostrando immediatamente ai visitatori gli innumerevoli, e spesso sconosciuti, luoghi da vedere. Siracusa è la quarta città per monumenti ma i turisti si fermano poche ore rispetto al patrimonio fruibile”. L’atto è stato approvato con un emendamento aggiuntivo del consigliere Alessandro Acquaviva che impegna l’Amministrazione ad “Ottimizzare i servizi di informazione turistica on line del sito dell’Ente”.

Il Consiglio ha infine approvato un atto di indirizzo, illustrato in aula dal consigliere Giuseppe Casella, che impegna l’Amministrazione a farsi carico di alcune richieste dell’associazione “Comunità civica Fontane Bianche di Cassibile”. Tra esse la classificazione, come pubbliche, delle strade della frazione, la redazione di un nuovo piano di mobilità, interventi di manutenzione stradale e la redazione di un progetto straordinario per le vie Orione, Cibele, Eumeniodi, Teti, della Madonna, con interventi di esproprio e sbancamento; la previsione di una linea turistica con bus elettrico “Cassibile-Fontane Bianche”, l’individuazione delle competenze per la manutenzione straordinaria di viale dei Lidi; un nuovo progetto di strada alternativa a via Teti; nuovi accessi a mare; la programmazione di eventi culturali; la destinazione di una parte delle entrate dall’imposta di soggiorno al finanziamento di servizi turistici per Fontane bianche. Nel dibattito sono intervenuti i consiglieri Fabio Rodante che ha definito “Tardivo” l’atto di indirizzo, parlando di “Ennesima occasione persa per parlare di una politica di riqualificazione dell’area costiera per la quale occorre una programmazione pluriennale, per rispetto dei residenti che per quell’area sono gravati da un grosso onere fiscale”. Argomento ripreso anche dal consigliere Salvatore Castagnino per il quale l’Amministrazione non sembra avere “Interesse per quei territori, che versano in uno stato di abbandono, con cittadini che pagano tasse enormi per servizi inadeguati”.

 

 

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: