ULTIM'ORA

Siracusa, Consiglio Comunale: approvato l’atto d’indirizzo sulle eccellenze enogastronomiche locali


consiglio comunale - siracusatimes

News Siracusa: approvato nel consiglio comunale, svoltosi ieri sera, l’atto di indirizzo del consigliere Massimo Milazzo, sulla promozione dei contatti commerciali tra aziende agricole aretusee e della grande distribuzione alimentare. “Il Comune promuova ad invitare e ad ospitare a Siracusa nei nostri alberghi i responsabili degli uffici acquisti delle grandi catene di distribuzione alimentare nazionali e internazionali durante i periodi di raccolta delle eccellenze della nostra agricoltura (patata novella, limone femminello siracusano, fragola, uva da moscato, ecc.), facendo visitare loro le nostre aziende agricole così da favorire i contatti commerciali e al contempo facendo conoscere lo splendido contesto paesaggistico in cui vengono coltivati i nostri prodotti”.

Illustrato in aula dal proponente Milazzo, l’atto impegna l’Amministrazione, anche in collaborazione con la Regione Siciliana, attraverso la SOAT e l’Ipa di Siracusa, ad agevolare l’invito e l’ospitalità, in strutture ricettive cittadine, dei responsabili degli uffici acquisti delle catene di distribuzione alimentare di dimensione nazionale e internazionale durante il periodo della raccolta dei prodotti di nicchia dell’agricoltura siracusana, quali il limone femminello, la patata novella, la fragola di Cassibile, le uve da moscato; e a far loro visitare le aziende agricole siracusane nelle quali è in atto il raccolto del prodotto favorendone il contatto commerciale.

“Una grossa fetta della nostra economia- ha detto Milazzo- ruota attorno all’agricoltura, oggi peraltro in gravissima difficoltà. Un aiuto concreto potrebbe venire dalla conoscenza diretta della qualità dei suoi prodotti peraltro inserita nello splendido contesto paesaggistico in cui essi sono coltivati. Il Comune dovrebbe quindi farsi carico di promuovere ed incentivare il contatto tra i buyers delle catene alimentari e le aziende agricole aretusee, favorendo una politica di relazioni economiche che possano permettere ai prodotti di nicchia del nostro agroalimentare di essere ancora più conosciuti e valorizzati. Peraltro i periodi di raccolta coincidono con la bassa o medio-bassa stagione turistica e questa ospitalità potrebbe aiutare anche le nostre aziende alberghiere”.

“L’iniziativa intende essere anche di supporto alle aziende alberghiere siracusane , favorendo le presenze negli alberghi in periodi di bassa o medio-bassa stagione turistica: quelli  della raccolta di molti dei prodotti agricoli del nostro territorio”.  

“L’atto di indirizzo approvato dal consiglio comunale, che spetta adesso all’amministrazione attiva attuare, vuole creare anche una sinergia ed un virtuoso sistema di cooperazione tra le aziende agricole e quelle alberghiere del territorio siracusano”.  

Per mancanza del numero legale non è stato possibile votare quello del consigliere Cosimo Burti che impegnava l’Amministrazione ad esentare dal pagamento della tassa di occupazione del suolo pubblico gli esercenti che, per difesa dei loro negozi, hanno installato davanti alle vetrine i cosiddetti “paletti dissuasori in acciaio”.

Precedentemente il consigliere Salvo Sorbello, proponente, aveva chiesto di ricalendarizzare alla prima convocazione utile il suo ordine del giorno avente ad oggetto la richiesta di una seduta consiliare dedicata al “Il Piano spiagge che– ha detto Sorbello- è uno strumento urbanistico fondamentale, una sorta di piano regolatore della costa necessario ad assicurare anche il libero accesso al mare. La Regione ha nominato un commissario che, senza informare il Consiglio, ha redatto un Pudm e ad ottobre lo ha trasmesso alla Regione. Da allora nessuna notizia, ecco perché occorre una seduta d’aula specifica, alla presenza dell’Amministrazione e dei dirigenti”.

Prima parte della seduta occupata dalla discussione successiva alla richiesta di prelievo dell’ultimo punto all’ordine del giorno, fatta dal consigliere Burti, ed avente ad oggetto una mozione presentata dal consigliere Princiotta nei confronti del presidente Armaro.  “Si porta avanti da troppo tempo, è giusto votare” ha argomentato Burti.

Se per Palestro e Sorbello il prelievo e la trattazione “Andavano fatte in una seduta di prima convocazione, attesa la delicatezza dell’argomento”, per Di Lorenzo “Non ha senso votare una mozione che non serve a niente, atteso che non produrrà alcun effetto”. Concetto ribadito anche da Vinci e Palestro, dopo il chiarimento sulla natura dell’atto reso dal vice segretario comunale Loredana Caligiore: “Siamo in presenza di una semplice mozione di censura che, anche se approvata, non produrrà alcun effetto concreto”. Per Foti, che ha fatto riferimento ad una nota del presidente Armaro, “Siamo invece in presenza di una mozione di sfiducia. Ed essendoci alla base fatti personali- ha concluso- la seduta deve essere a porte chiuse”. La richiesta di prelievo è stata poi ritirata dal proponente.

Il Consiglio torna in aula lunedì 8 agosto, alle 10, per approvare il Conto consuntivo 2015.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: