ULTIM'ORA

Siracusa, combattere l’inquinamento marino e costiero con interventi locali mirati: l’iniziativa del Rotary Ortigia alla spiaggia di via La Maddalena


spiaggia la maddalena Rotary Ortigia siracusa timesNews Siracusa: proteggere l’ambiente e affrontare con convinzione e determinazione ogni sfida utile al perseguimento di tale obiettivo dovrebbe rappresentare un imperativo comune, da seguire giorno per giorno.

La salvaguardia dell’ambiente marino e costiero, ad esempio, rappresenta ad oggi uno dei temi maggiormente scottanti e bisognosi di immediato intervento. Pare infatti inevitabile smuovere persino organi sovranazionali al fine di favorire l’incremento di operazioni di tutela e promuovere programmi e misure per l’individuazione di una corretta gestione dell’ambiente marino.

Tra le cause che pongono a repentaglio la vita dell’intero sistema marino, figura inevitabilmente l’accumulo dei rifiuti. I danni derivanti da questo terribile fenomeno non si limitano affatto a meri danni superficiali o estetici e l’enorme quantità di materiali inquinanti che tristemente affollano spiagge o galleggiano indisturbati in mare aperto, rappresentano una gravissima insidia per l’ambiente e l’intero ecosistema considerando la lunghezza dei tempi utili al loro smaltimento.

Plastica, alluminio, vetro e, delle volte, persino detergenti e prodotti di ogni tipo dipingono una realtà desolante. Salvare i mari e le coste dai rifiuti che li soffocano richiede uno sforzo economico enorme, forse quasi insostenibile, ed è per questo che, combinare interventi locali e mirati a quelli di più ampio respiro, può rappresentare la soluzione ideale.

Proprio ieri mattina, a tal merito, il Rotary Club Siracusa Ortigia si è fatto promotore di una notevole iniziativa: ripulire l’arenile di via La Maddalena in contrada Isola. Una preziosa meta turistica sfregiata da numerosi rifiuti che, con il duro lavoro ed il grande impegno profuso dai volontari del Rotary e la collaborazione dell’assessorato Ambiente, della Capitaneria di Porto, delle associazioni “Astrea in memoria di Stefano Biondo” e “Sicilia Turismo per Tutti” e ancora dei militari americani di Sigonella, sono stati abbondantemente rimossi. Il bottino di giornata ammonta infatti a quasi 600 chili di rifiuti raccolti. Per di più, attraverso l’azienda Igm, il Comune di Siracusa, ha messo a disposizione dei volontari alcuni contenitori utili alla raccolta differenziata. Le operazioni di pulizia sono state effettuate miratamente nell’area libera della spiaggia permettendone così un più agevole accesso e una migliore godibilità della battigia.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: