ULTIM'ORA

Siracusa, Cisl: “giù le mani dal Tfr dei dipendenti del Consorzio Asi”


 

Di Gregorio Passanisi cisl siracusa times-min

La responsabile territoriale della FP Cisl Ragusa Siracusa Paola Di Gregorio ed il segretario generale Daniele Passanisi

News Siracusa: “Nessuno dovrà mettere le mani al tfr dei dipendenti del Consorzio Asi di Siracusa”. Esordiscono così il segretario generale della FP Cisl Ragusa Siracusa, Daniele Passanisi e la responsabile territoriale per la stessa federazione, Paola Di Gregorio, in merito alla richiesta del vice direttore generale f.f. dell’IRSAP al Dirigente Responsabile dell’Ufficio periferico di Siracusa di prelevare una libretta contenente il Tfr dei lavoratori (per l’ammontare di 2.262.365,41 euro), di portarla presso la sede di Palermo e di metterla a disposizione del legale rappresentante dell’IRSAP.

“I sacrifici di una vita dei dipendenti del Consorzio Asi di Siracusa, non si toccano! – proseguono i due componenti Cisl  L’inaudita nota dell’Irsap. inviata in questi giorni al dirigente responsabile del Consorzio Asi di Siracusa, Dario Castrovinci, intimato con espressioni peraltro farcite da inaccettabili “avvisi” di consegnare al dirigente Carmelo Viavattene gli accantonamenti del tfr accumulati negli anni dai dipendenti di Siracusa, viola basilari principi di legge ed i sacrosanti diritti acquisiti dai lavoratori”.

“Il Consorzio Asi di Siracusa, così come gli altri Consorzi della Sicilia  aggiungono Passanisi e Di Gregorio  sono degli enti in liquidazione che detengono ognuno una propria e distinta entità giuridico-economica. L’Irsap, che a sua volta è un ente di diversa entità, non può prelevare in nessun caso alcun fondo ai Consorzi in liquidazione, e laddove accada ci ritroveremmo innanzi al compimento di atti illeciti. A tal riguardo occorre, altresì, sottolineare che la citata direttiva è ulteriormente viziata per via della funzione auto attribuitasi dal Viavattene, quale vice direttore generale facente funzione dell’Irsap. Un dirigente continuano i due – Viavattene, che non ha alcun potere gestionale e decisorio, nominatosi motu proprio quale Amministratore di tutti i Consorzi Asi in liquidazione, esponendo l’ente a seri e incommensurabili danni erariali”.

“La CISL – concludono Daniele Passanisi e Paola Di Gregorio – si  riserva di agire presso gli organi giudiziari, diffidando l’Irsap a non procedere ad alcuno “scippo” nei confronti dei dipendenti del Consorzio Asi di Siracusa e, altresì, invita tutti i deputati all’Ars della provincia di Siracusa, l’Assessore regionale delle attività produttive, Mariella Lo Bello, ed il Commissario ad acta dell’Irsap, Maria Carmela Brandara, ad intervenire tempestivamente a tutela dei lavoratori e dei più elementari principi di trasparenza”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: