ULTIM'ORA

Siracusa, chiuso il centro anziani di Epipoli. Edy Bandiera: “il Comune dedichi locali propri o faccia un bando per affitto”


centro-anziani-epipoli-siracusatimesNews Siracusa: chiuso il centro anziani di Epipoli.  Questa mattina uomini e donne hanno risposto all’appello dell’onorevole Edy Bandiera coordinatore di Forza Italia per la provincia di Siracusa, si sono incontrati per confrontarsi e trovare soluzioni alla immotivata chiusura del centro. Di fronte quel portone chiuso, Bandiera ha incontrato cinquanta anziani e Mary Sessa,  ilconsigliere del Consiglio di circoscrizione.

“La rete sociale siracusana per l’inclusione degli anziani deve essere potenziata e non smantellata. La chiusura del centro diurno Epipoli è una scelta scellerata di un’amministrazione comunale che sostiene di investire nel sociale ma che nella realtà sa solo tagliare indiscriminatamente, e lo fa sulla pelle dei più deboli. Una sinistra che dai banchi dell’opposizione era un tempo paladina dei diritti di quegli stessi anziani che oggi mortifica. Gli ospiti del centro Epipoli hanno il diritto di tornare ad avere prima possibile un luogo in cui ritrovarsi, condividere, socializzare. Uno strumento contro la solitudine cancellato vergognosamente dal comune di Siracusa”, lo ha dichiarato l’onorevole Edy Bandiera – .  “Dopo la dismissione del contratto d’affitto dei locali il comune non ha trovato migliore soluzione se non la chiusura – prosegue Bandiera -, quando avrebbe potuto traslocare il centro anziani in locali di proprietà presenti nel quartiere o attivare un bando trasparente di evidenza pubblica, con base a ribasso, per la locazione di nuovi ambienti, senza alcun aumento di costi rispetto all’affitto sino ad ora pagato, di 10 mila euro l’anno”.

“Il centro Epipoli ospitava decine di anziani, che si autotassano per svolgere le proprie attività – conclude l’esponente azzurro -. Si tratta di cittadini che non dobbiamo deludere bensì tutelare. Dopo avere ridotto i tempi di erogazione del servizio asili nido, passando da 11 mesi a 9 mesi e mezzo all’anno, penalizzando le famiglie, il comune non faccia lo stesso errore con gli anziani. Il centro diurno deve essere riattivato al più presto“.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: