ULTIM'ORA

Siracusa: Cenaco Ortigia, Borgata e Akradina Grottasanta sulla questione Maria Grazia Cavarra


CavarraNotizie a Siracusa: pubblichiamo, di seguito, il comunicato stampa a firma di: Cenaco Ortigia, Cenaco Borgata, Cenaco Akradina Grottasanta in merito alla questione legata all’assessore Maria Grazia Cavarra.
Come è solito fare, si tende sempre ad additare…
Siamo stati tacciati di essere una voce silente in relazione alla questione Mariagrazia Cavarra, solo perché non abbiamo mobilitato i social network, siamo stati considerati ” meno” rispetto a ” fans” dello sport atteggiamento tipico della ridotta libertà di espressione. I commercianti non si schierano politicamente ma manifestano la necessità di lavorare in maniera stabile.
Con l’attuale assessore alle attività produttive abbiamo da tempo intrapreso un dialogo costante in merito ad alcune riforme sostanziali.
Negli ultimi 3 anni abbiamo cercato dialogo con oltre 5 assessori la cui durata è stata troppo breve. Sono necessari i tempi per potere progettare e sostenere il commercio siracusano.
Noi “del commercio” viviamo la quotidianità della strada, l’assessore Cavarra ci ha sempre seguiti “porta a porta” anche quando questa rubrica non era la sua. Chi riceve tanto sostegno dallo sport , che è anch’esso commercio, merita tutta la nostra attenzione sia Borgata
competenza dimostrataci che per la celerità con la quale sono state accolte le nostre instanze relative alle reali problematiche inerenti il nostro settore nei diversi e diversificati territori.
Una eventuale sostituzione della Cavarra, senza nulla togliere ad eventuali successori, rappresenterebbe comunque per noi l’ennesimo fallimento, si dovrebbe nuovamente ricominciare a tessere rapporti.
Ci chiediamo da tempo quale sia il reale interesse  verso le Attività Produttive, che come tutti gli altri settori e più che mai ha bisogno di stabilità.
Evidenziamo semplicemente la necessità di portare a compimento il lavoro iniziato e crediamo che un avvicendamento in questo particolare momento possa solo rallentare quanto già programmato. Non è una questione di nome ne di schieramenti nel commercio ciò non esiste, ma in questo momento storico è fondamentale percepire garanzie e certezze e questa turbolenza politica non fa bene alla collettività.
Umanamente, lamentiamo incredulità verso quanto levato contro la Cavarra, che tutt’altro pare che legata alla poltrona, al contrario, giovane, volenterosa, intraprendente e puntigliosa rappresenta quella politica di cambiamento di cui tutti noi abbiamo bisogno. Questa nostra voce si lega ad un rapporto umano che ci ha dato prova della fiducia riposta. Se domani ci saranno avvicendamenti speriamo sin d’ora di potere continuare i programmi intrapresi e di potere ricevere finalmente un periodo di stabilità ciò permetterà di avviare una fase di cambiamento”. 
© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: