ULTIM'ORA

Siracusa, Cavarra: il tensostatico del parco Robinsion distrutto dal maltempo, e non solo


Luigi Cavarra Siracusa Times News Siracusa: il tensostatico del Parco Robinson, vittima del maltempo che ha colpito la città nella notte scorsa. Quel simbolo di partenza riqualificativa del quartiere Acradina cancellato dalla furia di una tempesta avvertita da tutta la cittadinanza aretusea.
Dopo la distruzione è tempo di ricostruire, e intanto ritorna quel vecchio detto che dice “prevenire è meglio che curare” rivolto sicuramente all’amministrazione che – dice  il consigliere Acradina, Luigi Cavarra –  “doveva avere idee ben chiare e in largo anticipo su come riaprire e mettere a bando l’ area”. Ma non si può nemmeno puntare il dito solo a loro, perchè – ancora Cavarra – “la colpa è anche di quelle piccole band composte da minorenni che a loro giudizio giocando a tagliare il pallone hanno fatto in modo che il vento facesse da vela così da agevolare lo strappo e la distruzione”
“Stanotte Siracusa e nello specifico il quartiere Acradina – conclude il consigliere Cavarra – non ha perso solo del denaro per la costruzione di un parco abbandonato a se stesso sin dalla sua costruzione. Il quartiere va riqualificato e non vi è dubbio, che sia di insegnamento, non appena si riqualifica una zona e si deve riqualificare si deve garantire la massima sicurezza del sito, non ci dobbiamo arrendere o sospendere i progetti, il parco va riqualificato, e va studiato prima come e quando intervenire, bisogna sensibilizzare i ragazzi del quartiere e farli partecipi della ricostruzione dell’ intero parco così avremmo maggiore senso di appartenenza e senso civico, che oggi manca molto”.
© Riproduzione riservata


Articoli correlati: