ULTIM'ORA

Siracusa. Castagnino su Bilancio di previsione 2015


Salvatore Castagnino Siracusa Times

Dott. Salvatore Castagnino, consigliere comunale di Siracusa Protagonista con Vinciullo

News Siracusa: il consigliere comunale del gruppo “Siracusa Protagonista con Vinciullo”, Salvatore Castagnino interviene in merito alla seduta odierna del Consiglio Comunale, tesa all’approvazione del bilancio di previsione 2015.

Ci troviamo in aula per contrastare tutto quando possibile. Siamo in aula per contrastare delle assurdità proposte da un’amministrazione che tende e privilegiare spese inutili riducendo, invece, ai minimi termini tutti quei servizi necessari al territorio ed alla sua rete sociale.

Stiamo trattando il primo emendamento, proposto della maggioranza, che prevede una riduzione di entrate Tari di 2milioni 162mila euro. Questa riduzione di entrate – afferma Salvo Castagninoperò, non prevede una riduzione della pressione tributaria sul cittadino.

A tutto ciò segue una riduzione di spesa, e quindi una riduzione di erogazione ai servizi sociali – continua il consigliere del gruppo Siracusa Protagonista con Vinciullo – per 200mila euro nelle spese di funzionamento degli asili nido, 50mila euro nell’assistenza domiciliare agli anziani, 50mila euro spese per interventi in servizi a favore dell’infanzia, adolescenza e responsabilità familiare con quadro a carico del comune nella legge 328 del 2000, 20mila euro di spese generali di funzionamento della Casa Monteforte e 150mila euro di interventi per minori sottoposti a provvedimento dell’autorità giudiziaria.

Stiamo parlando di un’assurda riduzione al minino – prosegue il consigliere di opposizione – di quei servizi necessari al territorio e alla sua rete sociale. Questa amministrazione pur di mantenere delle spese assurde effettua delle riduzioni ai servizi importantissimi per i cittadini senza tenere conto del danno senza che l’assessore di competenza faccia nessun tipo di opposizione.

Siamo davanti a qualcosa di inaccettabile – conclude Castagninoche combatteremo fino all’ultimo per evitare il compimento una riduzione che riteniamo assurda e fuori luogo”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: