ULTIM'ORA

Siracusa: Castagnino, Favara e Alota: “l’Amministrazione dichiara di ridurre l’indebitamento dell’ente, ma nel bilancio aumenta i costi”


castagnino

Salvatore Castagnino,Consigliere Comunale

News Siracusa: i consiglieri comunali Salvatore Castagnino, Gaetano Favara e Fabio Alota affermano che nonostante l’Amministrazione Comunale dichiara di voler ridurre l’indebitamento dell’Ente, nel bilancio, aumenta i costi delle anticipazioni di cassa, il cosiddetto indebitamento per liquidità.

“Inizierà, domani, la discussione degli emendamenti in aula – dichiarano i tre consiglieri comunali –  una delle più gravi voci presenti che è stata oggetto dello studio del bilancio che abbiamo fatto, è il capitolo sibila ciò che tratta i costi finanziari per anticipazioni di cassa, capitolo che descrive il costo che affronta l’Ente per il suo indebitamento corrente. Se tale indebitamento, come hanno dichiarato più volte coloro che amministrano, è diminuito, perché questo capitolo è magicamente aumentato in maniera rilevante?

Approfondendo e confrontando la documentazione che accompagna il bilancio del Comune è evidente che non si può accettare tecnicamente un aumento di tale capitolo non correlato ad un aumento dell’indebitamento corrente dell’Ente.

Pertanto, preso atto che ad oggi esistono errori che noi abbiamo rilevato e dei quali ha preso atto l’assessore al Bilancio G. Scrofani, che aveva precedentemente detto che il bilancio è perfetto, ricevendo il parere favorevole di una commissione che non è consapevole dei capitoli presenti in bilancio, abbiamo rettificato, con la presentazione di un emendamento tale capitolo al fine di evitare previsioni di spese inesistenti o di produrre economie di fine anno per chi potrà poi dare il via a delle spese non controllate dal consiglio comunale.

Preannunciamo inoltre – concludono Alota, Castagnino e Favara – che chiederemo su ogni emendamento la trasmissione dei pareri per singolo emendamento alla Corte dei Conti ed alla Procura della Repubblica di Siracusa”.

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: