ULTIM'ORA

Siracusa, caso “Zuimama”. 5 indagati per tentata truffa e turbativa. Tra i nomi c’è Carmen Castelluccio


carmen castelluccio

Carmen Castelluccio, consigliere comunale del Partito Democratico

News Siracusa: nuovo “terremoto” a palazzo del Senato, infatti questa mattina sono stati recapitati altri cinque avvisi di conclusione delle indagini preliminari, emessi dalla Procura della Repubblica di Siracusa.  L’accusa sarebbe quella di avere turbato la procedura amministrativa al fine di determinare l’assegnazione del servizio del campus estivo all’associazione Zuimama.

Gli avvisi sono stati recapitati alla consigliera comunale del Partito Democratico, Carmen Castelluccio, a Giuseppe Pennisi, impiegato comunale nonché marito della Castelluccio, ritenuto dalla Procura della Repubblica il vero gestore dell’associazione, alla dirigente del comunale Rosaria Garufi, alla funzionaria comunale Caterina Galasso e alla presidente di Zuimama, Cristina Aripoli.

Durante una perquisizione personale a Pennisi i militari dei Carabinieri della sezione di Polizia giudiziaria hanno rinvenuto un archivio informatico con alcuni documenti facenti capo alla Zuimama con il decreto di sequestro emesso dalla Procura di Siracusa, relativo alla documentazione del campus estivo notificato qualche giorno prima sia al Comune di Siracusa sia al presidente dell’associazione Zuimama, nonché la querela presentata da quest’ultima contro la consigliera comunale Simona Princiotta.

Per Caterina Galasso e Cristina Aripoli, inoltre, vi è anche l’accusa di calunnia nei confronti dell’assessore comunale Valeria Troia e della consigliera Princiotta.

Dalle indagini, inoltre, è emersa l’estraneità ai fatti dell’assessore alle Politiche Educative, Valeria Troia per la quale è stata avanzata la richiesta di archiviazione.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: