ULTIM'ORA

Siracusa, caso Scieri. Al via le audizioni, la commissione d’inchiesta ascolterà Isabella Guarino


scieriNews Siracusa: Isabella Guarino, la madre del para’ Scieri, sarà lei a essere ascoltata dalla Commissione d’inchiesta  istituita per far luce sulla tragica scomparsa di suo figlio. Il giovane parà siracusano Emanuele Scieri, morto fra il 13 e il 14 agosto 1999 nella caserma “Gamerra” di Pisa, ai piedi di una torretta (leggi qui). Inizialmente, tra le cause del decesso,  una caduta accidentale o suicidio poi la Procura avvia un’indagine per omicidio preterintenzionale. Il caso archiviato nel 2004, grazie alla pressione della comunità locale che chiede verità e giustizia, viene ripreso e avviato l’iter per la costituzione di una Commissione d’inchiesta (leggi qui).

“Giovedì 7 aprile daremo il via alla audizioni della Commissione d’inchiesta sulla morte del militare Emanuele Scieri. Ascolteremo la mamma di Emanuele, Isabella Guarino, una donna tenace che non ha mai smesso di lottare, e Carlo Garozzo, rappresentante del Comitato Verità e Giustizia per Lele”. Lo rende noto, Sofia Amoddio, deputata Dem, eletta presidente della Commissione d’inchiesta, il primo firmatario del progetto di legge per l’istituzione della stessa, la quale spiega che: “La commissione acquisirà i documenti ufficiali e farà un lavoro dettagliato di ricostruzione su quanto è avvenuto nella caserma Gamerra di Pisa dove il 16 agosto 1999 è stato trovato morto il parà siracusano. Una morte avvenuta in un luogo ristretto e molto controllato e che, tuttavia, deve trovare ancora spiegazioni credibili: reticenze ed omertà  sono emerse nello svolgimento delle indagini della magistratura civile e militare”.

Quando lo Stato giudica lo Stato – aggiunge Amoddio – spesso abbiamo avuto sentenze zoppe, archiviazioni, omissioni imbarazzanti. Abbiamo fortemente voluto questa indagine perchè non può essere tollerato  che qualcuno possa morire in circostanze misteriose  all’interno di un presidio dello Stato, nell’indifferenza e nella mancata assunzione di responsabilità”. 

“La Commissione deve fare luce sui aspetti trascurati dalle indagini con l’obiettivo di chiarire effettivamente le responsabilità di terzi nella morte del giovane paracadutista. Ricordo che nel 1999 il caso Scieri trovò molto spazio nelle cronache giudiziarie nazionali che misero sotto accusa la Folgore e il nonnismo delle caserme. Venne fuori lo scandalo dello Zibaldone del generale Celentano, 120 pagine di citazioni goliardiche, volgari, battute razziste e sessiste  e una lunga lista di soprusi per le reclute”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: