ULTIM'ORA
Pubblicità elettorale - Committente Giancarlo Lo manto

Il Siracusa calcio conclude al sesto posto in classifica per la stagione. Domenica prossima primo turno play off con la Casertana


News: il Siracusa chiude al sesto posto in classifica la stagione regolare e pensa già all’appuntamento di domenica prossima quando nel primo turno di play off (gara secca di sola andata) affronterà la Casertana. Oggi al De Simone la formazione di Andrea Sottil, assai rimaneggiata per scelta e per esigenza, è stata sconfitta dalla Virtus Francavilla che ha vinto grazia ad una rete di Galdean alla mezz’ora del primo tempo. Nella seconda frazione il Siracusa ha provato a riguadagnare la quinta posizione sfiorando il pari con un calcio di rigore assegnato per atterramento di Catania che lo stesso bomber si è visto parare da Albertazzi. Arrabbiato a fine gara l’allenatore azzurro Andreas Sottil. “La rabbia è per una partita che non avremmo dovuto perdere, non abbiamo mai subito nulla ed il Francavilla ha fatto solo un tiro in porta. Ci sarebbe stato stretto anche un pareggio. Nonostante la sconfitta oggi ho visto lo spirito giusto, abbiamo creato tanto e anche sbagliato un rigore. Questo ko fa rabbia, ma dobbiamo accettarlo,  rimanere lucidi e preparare al meglio la prossima settimana. Da martedì si riattacca la spina: ci giochiamo la stagione in casa. La Casertana? Arrivati a questo punto le partite secche sono tutte particolari, loro hanno cambiato allenatore, hanno qualità e i giocatori li conosciamo, da stasera curerò ogni minimo particolare come sempre. Non bisognerà arrivare con troppa foga, sarà necessario gestire bene questa settimana anche a livello mentale”.

Questa l’analisi del difensore centrale Marco Turati:  “Oggi è stata una partita stranissima, il nostro portiere non è mai stato impegnato e nonostante le tante occasioni create non siamo riusciti a concretizzare. Purtroppo chiudiamo con una sconfitta immeritata, spero che da oggi la fortuna torni dalla nostra parte. Playoff? È tutta un’altra cosa rispetto al campionato, ogni domenica giocare gare da dentro o fuori è diverso. Non solo serviranno tante energie fisiche, ma sarà fondamentale l’aspetto mentale. La Casertana? Io non ho paura di nessuno se non di noi, durante l’anno abbiamo dimostrato di non dover temere nessuno”.

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: