ULTIM'ORA

Siracusa, C.C. Ortigia: turno infrasettimanale amaro per i biancoverdi. Arriva una sconfitta per 10-9 contro l’Acquachiara


Circolo canottieri Ortigia News Siracusa: nuova sconfitta per l’Ortigia. Il match infrasettimanale disputato alla Scandone di Napoli si è chiuso con il risultato finale di 10-9 a favore dei padroni di casa dell’Acquachiara. La gara ha visto i biancoverdi in partita per quasi l’intera durata delle quattro frazioni di gioco e cedere alla rete di Lanzoni solamente a 2:07 dal fischio finale.

La squadra di Gino Leone, parte subito forte e chiude il primo tempo in vantaggio grazie alla tripletta del mancino, nonché ex dell’incontro, Damjan Danilovic. Nella seconda frazione, Valentino sigla una doppietta e il momentaneo sorpasso ma è Sebi Di Luciano a pareggiare i conti.

Al cambio campo, è un continuo batti e ribatti tra le due formazioni che si affrontano senza esclusione di colpi. Alla rete di Danilovic, che sfrutta una superiorità, risponde Luongo con un tiro dai 5 metri concesso per interferenze di Siani. Il vicecapitano Puglisi porta ancora avanti l’Ortigia che, però, in inferiorità, subisce la rete di Lanzoni.

In apertura dell’ultimo quarto di gioco, una doppietta di Ferrone porta la squadra di casa sul +2, ma Danilovic prima e Di Luciano poimettendo a segno due gol, sfruttano la superiorità numerica e trovano la parità. Sono più che sufficienti, poi, due minuti a decidere l’incontro: all’ex biancoverde Scotti Galletta, risponde ancora il numero 5 aretuseo. Il pareggio biancoverde ha però vita breve e, dopo appena 31 secondi, i ragazzi di Gino Leone subiscono, con l’uomo in meno, il gol del definitivo 10-9 siglato da Lanzoni.

“Sono sicuramente dispiaciuto per il risultato, ma non posso dire nulla ai miei ragazzi – ha commentato mister Gino Leone a fine gara. Oggi hanno lottato e giocato bene, rimanendo in partita fino alla fine. Paghiamo l’inizio di quarto tempo un po’ sottotono e alcuni errori che continuiamo a commettere in alcuni momento del match”.

Rispetto alla gara contro il Trieste – ha proseguito il tecnico biancoverde – ho visto però maggiore concentrazione da parte dei miei, tante azioni giocate bene e con la giusta attenzione. Sicuramente, oggi, abbiamo fatto un passo in avanti, i ragazzi hanno avuto la giusta mentalità e sono entrati in acqua con maggiore cattiveria agonistica. Da domani torneremo in acqua e prepareremo la gara casalinga di sabato contro la squadra più forte al mondo, la Pro Recco”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: