ULTIM'ORA

Siracusa, Bordone: “è stato un errore l’istallazione dei semafori intelligenti all’incrocio tra viale Teracati e viale Santa Panagia”


Rotatoria Siracusa Times

Rotatoria fra viale Teracati e viale Santa Panagia

News Siracusa: il consigliere della Circoscrizione Neapolis di Progetto Siracusa, Emiliano Bordone interviene in merito all’installazione dei semafori intelligenti all’incrocio tra viale Teracati e viale Santa Panagia e la mancata realizzazione della rotatoria definitiva.

“E’ stato un grave errore – tuona Bordone installare i semafori intelligenti all’incrocio tra viale Teracati e viale Santa Panagia.

Avevo richiesto all’assessore al ramo, di mantenere in via definitiva la rotatoria installata provvisoriamente all’incrocio di viale Teracati con viale Santa Panagia, realizzata grazie anche ad una mia richiesta, approvata all’unanimità dal Consiglio di circoscrizione Neapolis: questo perché la rotatoria in questione avrebbe rappresentato una saggia e concreta scelta per contrastare l’incidentalità.

In particolare – prosegue il consigliere di Progetto Siracusa – da un’attenta verifica da parte dell’Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada di Siracusa, era emerso che la stessa, oltre a riuscire a regolare magistralmente il flusso automobilistico di viale Teracati – viale Santa Panagia – via Giovanni Malfitano – viale Teracati si era rivelata un utile strumento di riduzione dei conflitti stradali laddove riusciva di fatto ad abolire l’obbligo di operare l’inversione ad U a chi, su viale Teracati, procedendo da corso Gelone, doveva tornare in direzione opposta, e la cui manovra rappresentava un elevato rischio di incidentalità per chi ne era costretto e per chi, provenendo da viale Scala Greca, ignorava l’ingombro della curva.

Non si riesce a comprendere le motivazioni che hanno spinto l’amministrazione a non realizzare in maniera definitiva la rotatoria in questione, considerato che la stessa riusciva a garantire ormai un ordinato flusso del traffico, senza code, senza contare che aveva notevolmente ridotti i tempi di percorrenza. Al punto che, gran parte della cittadinanza, si era rivolta al settore Mobilità chiedendo di trasformare la rotatoria da provvisoria a definitiva.

Il nostro Consiglio di Circoscrizione più volte ha chiesto spiegazioni in merito, ma non abbiamo mai ottenuto alcuna risposta plausibile e sensata.

Oggi – conclude Bordone – con l’installazione dei nuovi semafori “intelligenti”, non solo si pone nuovamente il problema dell’odiata inversione U, ma anche il traffico veicolare di fatto è nuovamente rallentato, senza contare il fastidio arrecato ai residenti e ai commercianti della zona, costretti a subire i ripetuti ed inevitabili rumori dei clacson degli automobilisti frettolosi di non perdere il verde di turno”.

© Riproduzione riservata



Articoli correlati: