ULTIM'ORA

Siracusa, Bandiera: “L’aumento della TASI è dimostrazione di una amministrazione sprecona”


Bandiera Siracusa Times

Edy Bandiera, vice presidente regionale di Forza Italia

News Siracusa: anche il vice presidente regionale di Forza Italia, Edy Banidera, interviene in merito alla decisione dell’amministrazione comunale di aumentare la Tasi con l’aliquota che salirà, così, al 3 per mille.

“E’ sempre più veritiero e confermato il noto assunto – dichiara Bandierache la sinistra al potere aumenti le tasse e colpisca il bene più caro agli italiani, la casa.

Ed è così che, sull’asse Roma-Palermo-Siracusa, Renzi-Crocetta-Garozzo, dopo che il governo nazionale, nel 2014, ha dato ai sindaci la possibilità di aumentare la TASI fino allo 0,8 per mille e dopo che il governo regionale ha rinunciato agli effetti del contenzioso stato-regione, rinunciando di fatto alla possibilità di vedere restituiti ai siciliani i soldi derivanti dalla mancata applicazione dell’articolo articolo 36 dello Statuto Speciale, in materia di tributi legati a produzioni nel territorio siciliano, per poi portare l’addizionale regionale IRPEF al massimo previsto dalla legge, si consuma adesso a Siracusa l’ennesimo prelievo dalle tasche dei cittadini e l’ennesimo balzo in avanti della pressione fiscale operato dal centro-sinistra.

Si sta attivando, in pratica, nel modo più iniquo, scellerato e subdolo la leva fiscale nei confronti di tutti, anche dei siracusani più deboli ed indifesi. Infatti, approvando la Tasi nella misura massima, che ricordo essere una tassa per servizi, poi mai realmente migliorati in città, si stanno tassando al massimo possibile anche le prime case dei siracusani.

Spiace che un’amministrazione giovane all’apparenza o soltanto anagraficamente, continui a perseguire strade vecchie e nocive ai siracusani, ad esempio continuando a spendere diversi milioni di euro per conferire in discarica una montagna di rifiuti indifferenziati o non valorizzando, affatto, l’enorme patrimonio immobiliare di cui dispone, anziché adottare politiche innovative che hanno consentito a comuni di divenire virtuosi, liberare risorse, poi impiegate per serie iniziative di richiamo turistico-ricettivo, servizi e aiuti alle famiglie e ai cittadini in difficoltà economica.

Il Sindaco Garozzo, se lo ritiene, approfittando delle ferie ferragostane, si legga il mio programma elettorale. Se lo vorrà, lì troverà, ad esempio, alcuni utili suggerimenti di riduzione della spesa e maggiori entrate da corretta gestione del ciclo dei rifiuti.

In alternativa, continui pure a perseguire strade errate, di prelievo forzoso dalle tasche dei cittadini e di sperpero di pubblico danaro in consulenze, patrocini e contributi, utili forse soltanto a poche privilegiate associazioni o singoli soggetti, ma certamente non alla città tutta.

Scelga lui, se essere ricordato come un innovatore o un cinico sprecone. Il dato, tuttavia, è già abbastanza tratto. Nessuno fa più applausi – conclude Bandiera – al di là di chi, non più acclamato dalle folle, rimane ancorato alle poltrone e blindato all’interno dei palazzi del mal governo”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: