ULTIM'ORA

Siracusa, Bandiera e Penna: “serve una proposta di governo della città, chiara e leale”


Bandiera Penna Siracusa Times

News Siracusa: “facciamo appello – lo dichiarano Gaetano Penna e Edy Bandiera – a tutti i moderati che, ancora si rivedono nell’alveo del centro destra e che soprattutto, non vogliono rinunciare alla opportunità, di adoperarsi insieme, per dare alla città di Siracusa, lo sviluppo e le opportunità che merita”.

“Purtroppo oggi, la politica con la “P”maiuscola, sta vivendo un momento drammatico, senza alcun punto di riferimento. In sostanza – prosegue il Segretario Politico di Evoluzione Civica Gaetano Penna – stiamo vivendo una vera “emergenza politica. C’è un disaggio sociale e conseguenzialmente politico enorme. Pertanto, rivolgiamo un forte appello, a tutte quelle forze sane della società civile, a tutte quelle forze politiche che ancora oggi, sono ancorati a quei determinati valori veri di centro e di una destra liberale e moderna. Allarghiamo, il manifesto politico “PROGETTO COMUNE”, sottoscritto lo scorso 31 Luglio, tra il movimento politico Evoluzione Civica e l’On. Edy Bandiera”.

“Prepariamoci a diventare seria classe dirigente e forza di governo. Costruiamo quotidianamente l’affermazione e la concretizzazione delle buone idee. Costruiamo insieme, un “Polo Civico”, un movimento d’opinione, che nasce dal basso. Abbiamo ricevuto diverse richieste e importanti adesioni da parte di professionisti, da ex militanti di partiti, da associazioni, che ci hanno sollecitato, cercando confronto e dialogo proficuo”.

“La nostra idea, è aggregare tutte quelle forze sane della società civile e dei partiti, che con i loro uomini, come nel caso dell’On. Bandiera, si sono distinti per alto senso della legalità, non attaccamento alle poltrone, competenza e vero amore per il nostro territorio. Altri esempi virtuosi, nell’ambito del centro-destra cittadino, ve ne sono. Li chiameremo uno per uno, ad interloquire. Tutti intorno ad un patto politico e programmatico, per cambiare questa Città, per preparare, un’alternativa di governo, per ridare la speranza a tanta gente che l’ha persa, per dare una scossa a un governo cittadino, incapace palesemente clientelare, inadeguato, paralizzato e gestito con logiche vecchie e da prima repubblica… e in ostaggio”.

“La Città di Siracusa, rischia di diventare preda dei populismi – ha osservato Penna – da una parte con Garozzo, dall’altra con il M5S. Vogliamo recuperare, una parte di quel 50% dei siracusani che, si è allontanata dalla politica e dalla cabina elettorale. Nel mese di Settembre – ha proseguito Penna – organizzeremo un’iniziativa un “LABORATORIO CIVICO”, laddove elaborare, insieme alla cittadinanza tutta, un programma per rilanciare Siracusa, allestendo al suo interno dei tavoli tematici”.

“Il popolo dei moderati – precisa Penna – vince dove si presenta unito, perde dove si presenta diviso e frastagliato, con i suoi alleati e all’interno degli stessi partiti. Ma contestualmente, facciamo chiarezza all’interno del centro destra, senza alcuna commistione impropria ed improduttiva, affrancandoci da quelle pseudo forze politiche di centro-destra che, a vari livelli, governano ambiguamente o dove apparentemente non governano, non mancano occasione di chiara complicità con chi mal governa i territori. Non c’è dubbio che la madre di tutte le battaglie politiche, siano le elezioni comunali. Svegliamo le nostre coscienze civiche, per dare alla città, un’amministrazione forte e credibile”.

“Conclude – Gaetano Penna – una ‘governance’ qualificata, per resuscitare una città in stato comatoso e ridotta al disarmo e al degrado. E’ un dovere verso chi ci vive e chi ci lavora . La città è piegata su se stessa, e senza una propulsione economica. Compattiamo le forze sane, le energie migliori, diamo una comunità di destino alla squadra del centro destra, diamo una proposta politica programmatica esaustiva, a questo popolo moderato, mai come in questo momento estremamente sfiduciato”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: