ULTIM'ORA

Siracusa, Auchan condannata per attività antisindacale. Gugliotta: “pretendiamo un cambio di rotta”


filcams auchan siracusa timesNews Siracusa: a seguito del ricorso presentato dalla Filcams CGIL di Siracusa, difesa dall’avv. Daniele Teodoro, il Giudice del Lavoro dott. Favale ha decretato antisindacale il comportamento di Auchan sia per aver estromesso la suddetta organizzazione sindacale da una riunione per la programmazione delle ferie dell’ipermercato di Melilli, sia per non aver presentato il registro delle ferie che, contrattualmente, deve essere a disposizione delle OO.SS.

Nonostante la sottoscrizione dell’accordo tra Auchan e le organizzazioni sindacali, siglata nel novembre 2014, per un preventivo incontro volto alla programmazione delle ferie 2016, l’azienda, alla richiesta della Filcams di dare corso all’incontro, ha convocato solo le rappresentanze sindacali aziendali estromettendo le OO.SS., ciò nonostante avesse già ampiamente preteso dai lavoratori una programmazione ferie per l’anno 2016 che non rispettava i dettati contrattuali.

Il Giudice del lavoro, oltre a condannare Auchan al pagamento delle spese processuali, ha imposto ad Auchan l’annullamento del piano ferie 2016 e l’immediata convocazione delle OO.SS. per discutere nel merito della programmazione delle ferie che non potrà prescindere dai dettati contrattuali.

“Premesso che ricorrere al Giudice del lavoro è sempre una sconfitta per le relazioni industriali – ha dichiarato Stefano Gugliotta, segretario Filcams Siracusa – è anche vero che Auchan ci ha di fatto costretto a richiedere l’intervento della magistratura del lavoro per ripristinare i diritti sindacali e contrattuali a difesa del diritto del lavoratore a fruire delle ferie per il recupero fisico e psichico costituzionalmente garantito. E’ questa una vittoria del diritto e della civiltà del lavoro, i lavoratori Auchan lavorano 52 domeniche su 52 e sono privati del diritto di vivere la propria famiglia, anche le ferie che contrattualmente sono disciplinate per garantire almeno due periodi di 15 giorni consecutivi era diventato una discrezionalità aziendale che non potevamo più permettere, auspichiamo ora una serena ripresa delle relazioni industriali fermo restando che forti di questa ordinanza – ha concluso Gugliotta – pretenderemo da Auchan un cambiamento di rotta che oggi si è dimostrata rovinosa anche per l’azienda”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: