ULTIM'ORA

Siracusa, Assegno civico: ritarda l’erogazione e aumenta il rischio povertà


servizio civico- siracusatimes

immagine di repertorio

News Siracusa: tutto fermo sulla concessione di un assegno economico per il servizio civico. Parola del consigliere comunale Salvo Sorbello, che ha rivolto un’interrogazione all’assessorato alle politiche sociali sul perchè non sia ancora partito il progetto di inclusione sociale e contrasto della povertà.

L’assegno economico per servizio civico consiste in un sussidio mensile da erogare a nuclei familiari o persone singole, con un reddito complessivo (I.S.E.E. più redditi esenti a qualsiasi titolo percepiti) non superiore ad 5.500.00 euro annui. L’assegno è, altresì, erogato a soggetti privi di infermità psico-fisiche tali da determinare l’inabilità lavorativa che, sprovvisti di adeguati mezzi di sussistenza, accettano di  svolgere attività di pubblica utilità. “Svolgendo un’attività socialmente utile – spiega Sorbello – viene così favorito e promosso il reinserimento sociale di tante persone in difficoltà, che potranno svolgere delle attività di supporto finalizzate al miglioramento dei servizi comunali, come le piccole manutenzioni di edifici comunali o di arredamenti e attrezzature pubbliche”.

Mentre cresce purtroppo a vista d’occhio nella nostra città il numero delle persone a rischio di povertà – dichiara Sorbello, è anche consigliere nazionale Anci – si tarda incredibilmente a mettere in campo concrete e tempestive misure di contrasto. Eppure l’assegno civico per diverse centinaia di siracusani, da me proposto un paio di anni fa era stato annunciato ufficialmente con un bando del 10 giugno del 2015 ed è stata pure approvata la relativa graduatoria”.

“Mi chiedo – conclude Salvo Sorbello – quanto tempo dovranno ancora attendere le tante, troppe persone in difficoltà della nostra città”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: