ULTIM'ORA

Siracusa, Asp: venerdì un corso di formazione per l’accoglienza dei migranti


Asp Siracusa Siracusa TimesNews Siracusa: un nuovo corso di formazione promosso dall’Asp di Siracusa si terrà venerdì 9 ottobre alle ore 9.30 presso la sala conferenze della sede universitaria del presidio ospedaliero A. Rizza di viale Epipoli 72. Sarà un’esperienza formativa dedicata a tutti gli operatori impegnati a vario titolo nell’immigrazione dal tema Vulnerabilità e priorità sanitarie e legali nell’accoglienza dei migranti. Uno sguardo etnopsichiatrico

La giornata, è organizzata dall’Ufficio Formazione e dall’Ufficio Territoriale Stranieri dell’Azienda in collaborazione con Progetto Faro Terre des Hommes. Ad aprire i lavori, il saluto del prefetto di Siracusa Armando Gradone, del direttore generale dell’Asp di Siracusa Salvatore Brugaletta e del direttore sanitario Anselmo Madeddu. A curare la presentazione del corso saranno la responsabile dell’Unità operativa Formazione Permanente Maria Rita Venusino, la responsabile dell’Ufficio Territoriale Stranieri Lavinia Lo Curzio e Federica Giannotta, responsabile di Progetto Faro Terre des hommes.

A parlare dell’inquadramento giuridico dei minori stranieri non accompagnati e delle ricadute sugli operatori sanitari sarà l’avvocato Alessandra Ballerini, esperta di diritto dell’immigrazione, mentre delle condizioni di salute dei migranti nei Centri di Accoglienza parlerà Giuseppe Nipitella, dirigente medico dell’Ufficio Territoriale Stranieri dell’Asp di Siracusa.

Marinella Cantalice, sociologa e mediatore culturale, affronterà ancora il tema dell’immigrazione ma con particolare attenzione per la situazione geo-politica. Nel pomeriggio, sarà invece Gandolfa Cascio di Terre Des Hommes a relazionare sugli aspetti relativi alla salute mentale dei minori stranieri nella prima e seconda accoglienza. Lo stesso tema, ma con uno sguardo prettamente etnopsichiatrico, sarà trattato da Giancarlo Rigon.

Il corso rientra nell’ambito delle molteplici attività che l’Asp di Siracusa conduce in favore dei migranti in cui la formazione continua rappresenta un elemento fondamentale nel miglioramento dell’accoglienza e della cura dei cittadini stranieri.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: