ULTIM'ORA

Siracusa, Asp: inaugurazione del Salus Festival con i testimonial campioni del mondo


 

asp-siracusa-salus-festival_3News Siracusa: un momento suggestivo e carico di forti emozioni lo ha vissuto ieri mattina all’inaugurazione del Salus Festival a Palazzo Vermexio, “Piazza della Salute” nel Centro storico di Ortigia, la numerosa platea di autorità, esponenti del mondo politico, religioso, militare, sanitario, delle associazioni di volontariato, dei club services e tantissimi visitatori, con la cerimonia di commemorazione del campione mondiale di apnea Enzo Maiorca recentemente scomparso, sostenuta dal forte messaggio che hanno lanciato, ad uno ad uno, i campioni del mondo siracusani dello sport, dello spettacolo e della scienza, insieme per promuovere la cultura della prevenzione e della salute: Sandro Campagna, Rosario Lo Bello, Rosalia Misseri, Edoardo Corvaia, Giuseppe Gibilisco, Sofia Vinci, Salvatore Melluzzo, Giorgio Calabrese, presenti all’evento, insieme con Pippo Cantarella, Margareth Madè, Stefano Barrera e Valentino Gallo assenti per altri impegni ma presenti con le proprie testimonianze.

In apertura dei lavori, moderati dal direttore sanitario Anselmo Madeddu alla presenza del direttore generale Salvatore Brugaletta e del direttore amministrativo Giuseppe Di Bella, sono stati proiettati due video autoprodotti dall’Azienda sanitaria, il primo, dal titolo “Il mare dentro”, ha fatto rivivere le imprese sportive e i traguardi memorabili del leggendario Enzo Maiorca, il secondo i momenti salienti dei trionfi dei testimonial d’eccezione. “Il comunicare salute non può essere affidato soltanto al linguaggio scientifico dei convegni e dei seminari – ha detto Madeddu – ma anche al linguaggio empatico ed emozionale di altri strumenti come il cinema, il teatro, la musica, lo sport, ed è per questo che si è scelta la formula del festival e che si è deciso di completare la parte scientifica con film, teatro, incontri sportivi, così come sintetizzato nel messaggio dei video promozionali della nostra Azienda”.

“Ad Enzo Maiorca, recordman mondiale di immersioni, Signore degli abissi, Leggenda dei Mari, esempio straordinario per i giovani e Testimonial per sempre delle campagne di screening dell’Asp di Siracusa”, è la dedica impressa su una targa d’argento, su cui l’Azienda ha fatto incidere un ritratto del campione, consegnata in memoria, e quale gesto di gratitudine, alla figlia Patrizia con un ricordo personale di Enzo, raccontato dal direttore sanitario Madeddu che riguarda il suo primo incontro da bambino con il campione da lui visto sin da allora come Ulisse stesso, l’eroe omerico della sua infanzia: “Grazie per le parole poetiche, per questo momento di ricordo di papà – ha detto Patrizia Maiorca -. E’ la favola di un uomo che è entrato nell’Olimpo per meriti sportivi – ha aggiunto – che è rimasto però ben piantato con i piedi per terra accanto alla sua gente sentendosi sempre simile e per niente superiore ad altri e in questo modo a me e a Rossana ha trasmesso l’amore e il rispetto per il mare facendosene portavoce”.

“Un grazie di cuore – ha detto il direttore generale Salvatore Brugaletta -. L’emozione di oggi sarà difficile da dimenticare. Soltanto chi conosce il proprio passato ed è consapevole della propria storia può progettare il proprio futuro. Abbiamo con noi testimonial che sono la nostra storia, che devono ispirare tutti i nostri comportamenti futuri. Io sono felice per queste presenze perché sono di indirizzo rispetto a comportamenti che dovranno orientare il miglioramento della nostra vita a tutti i livelli”. Nel corso della presentazione dei campioni dello sport e dello spettacolo, Anselmo Madeddu ha aggiunto: “E’ questa la Siracusa che ci piace, perché una Siracusa che sa vincere nello sport, nello spettacolo e nella scienza, è una Siracusa che può e che deve vincere nella cultura della prevenzione della salute e della vita”

La cerimonia è proseguita con il messaggio augurale dell’arcivescovo di Siracusa Salvatore Pappalardo, del prefetto Armando Gradone, del vice sindaco di Siracusa Francesco Italia, dell’assessore regionale alla Formazione Bruno Marziano, del presidente della Commissione Sanità all’Ars Giuseppe Digiacomo, del contrammiraglio della Marina Militare di Augusta Nicola De Felice, del direttore del Cefpas Angelo Lomaglio, che insieme all’assessorato regionale della Salute ha promosso l’evento nelle tre città di Siracusa, Caltanissetta e Trapani.

Gli eventi scientifici hanno caratterizzato l’intera giornata, mentre i visitatori hanno potuto visitare i 18 stand nell’androne di palazzo Vermexio e sottoporsi a visite gratuite, consulti medici e screening nella tendopoli della Croce Rossa allestita in via Minerva, su temi quali ambiente e salute in una provincia che ospita uno dei poli industriali più grande d’Europa, con la partecipazione, tra gli altri, del dirigente dell’Osservatorio Epidemiologico dell’assessorato regionale Salvatore Scondotto e del dirigente del Servizio screening regionale Gabriella Dardanoni, prevenzione secondaria e offerta sanitaria oncologica e patologie cronico degenerative. La prima giornata, inframezzata dalla esecuzione di alcuni brani musicali dal cantante siracusano Antonello Mallaci e dalla cantante siracusana Silvana Carnemolla in arte The Voice con il suo gruppo composto dal bassista Enzo Nobile, dal tastierista Giancarlo Lo Iacono e dal batterista Peppe Puglisi, si è conclusa con la cerimonia di consegna degli attestati ai primari emeriti dell’Asp di Siracusa: Guido Amedeo, Enzo Bosco, Benedetto Brancato, Franco Cirillo, Gaetano De Grande, Gaetano D’Agata, Angelino Emmolo, Alfio Maglitto, Francesco Salomone, Benedetto Viola. “Abbiamo voluto premiare con un riconoscimento le migliori professionalità che esprime il nostro territorio” ha detto il direttore generale Brugaletta. A chiusura la proiezione del film documentario “Se l’Isola si perde nel tempo” girato nell’Isola di Pantelleria per la regia di Nello La Marca.

Nella seconda giornata la sessione mattutina nella sala Borsellino di Palazzo Vermexio affollata di studenti e insegnanti, ha aperto con la lectio magistralis del nutrizionista Giorgio Calabrese che ha parlato di sicurezza alimentare e di disturbi dei comportamenti alimentari. A seguire, gioco d’azzardo patologico, prevenzione delle stragi del sabato sera con il comandante della Polizia Stradale di Siracusa Antonio Capodicasa, il direttore del Dipartimento Dipendenze patologiche Roberto Cafiso e il responsabile dell’unità operativa Educazione alla Salute Alfonso Nicita che ha moderato la tavola rotonda, sicurezza negli ambienti di lavoro con il direttore Spresal Alba Spadafora,  Codice rosa per l’assistenza alle vittime di violenza su cui ha relazionato Adalgisa Cucè responsabile del Codice Rosa dell’Asp di Siracusa per l’occasione della giornata mondiale delle vittime di violenza. Nel pomeriggio, vaccinazioni e malattie a trasmissione sessuale, epidemiologia dell’immigrazione, malattie di ritorno e prevenzione della salute. Infine lo spettacolo teatrale “Acqua” e la proiezione del film sulla ludopatia “il gioco é fatto”. La chiusura del Salus Festiva di Siracusa domani, sabato 26 novembre, si svolgerà all’Istituto Gagini di via Piazza Armerina con una partita di Baskin, (basket integrato a cura dell’Associazione SuperAbili di Avola organizzata da Giuseppe Battaglia alla presenza di autorità, studenti con le loro famiglie e dei testimonial dello sport siracusano.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: