ULTIM'ORA

Siracusa. Asili nido, la querelle continua in casa Pd: Garozzo risponde a Zappulla


zappulla - garozzoNews Siracusa: asili nido, la querelle continua. Dopo le dichiarazioni del deputato nazionale Pippo Zappulla, si esprime anche il dirigente nazionale del Pd Giancarlo Garozzo (Leggi qui).

“Non accettiamo lezioni di etica e morale né da Zappulla né dai suoi adepti, che non hanno titolo per farne. Voglio tranquillizzare l’onorevole Zappulla ricordandogli che il Partito democratico agisce e sostiene da sempre l’esigenza di amministrare con trasparenza e chiarezza e non ha quindi bisogno di richiami. Sostenere la legalità e la trasparenza non può però sfociare in una richiesta di commissione d’indagine sugli asili nido soprattutto in una fase, voglio ricordarlo, in cui sono in corso le attività della Magistratura. Su questa vicenda, l’assessore comunale non ha certo bisogno di essere difesa da me, ma non si possono chiedere spiegazioni e poi considerare tentativi affannosi e nervosi i chiarimenti, dettagliati e specifici, forniti dallo stesso esponente della giunta”.

“Considero, poi, una grave ingerenza e una forma di arroganza, da parte del deputato Zappulla, voler dire al gruppo consiliare e alla segreteria cittadina del Pd come si devono muovere e cosa devono fare. La verifica sull’attività amministrativa della giunta da me guidata viene effettuata costantemente ed è continuo, soprattutto da qualche mese a questa parte, il confronto con il partito. Un confronto al quale l’onorevole Zappulla si sottrae con la stessa costanza con la quale richiede chiarimenti. Evidentemente il deputato dovrebbe trovare prima di tutto un accordo con se stesso perché da un lato sollecita costantemente incontri e dall’altro evita ogni tipo di confronto. E’ anche vero, del resto, che ha buttato giù la maschera parlando di “fermata a freddo”. Sappia che non riusciranno mai, né lui né altri, a farci minimamente rallentare nell’attività amministrativa”.

“Il deputato parla poi di ingressi in giunta da parte di Sinistra riformista. Anche in questo caso mi sento di tranquillizzare lui e chi si sta agitando. Non so cosa sia questa pseudo Sinistra riformista né da chi sia rappresentata, e non so se faccia parte del Pd, ma so che non rientra nei miei piani effettuare rimpasti in giunta”.

“L’onorevole Zappulla evidentemente preferisce continuare a occuparsi di materie di competenza dei consiglieri comunali interessandosi di un presunto scandalo che vedono solo lui e la sua “adepta”. Leggendo le sue parole, l’onorevole Zappulla sembra più impegnato a effettuare sondaggi per la sua “fedelissima” che, ricordo, non è in questo momento né nel gruppo consiliare del Pd né negli organismi di partito, dalla quale per sua scelta si è auto sospesa. Pensi invece a svolgere la sua funzione di deputato nazionale, della quale non esiste traccia, cerchi di individuare le soluzioni più adatte ai problemi del territorio che rappresenta. Immagino che l’onorevole Zappulla conosca bene quale sia il ruolo di un deputato nazionale, in caso contrario, possiamo anche attivarci per ricordargli quale sia la funzione svolta dai parlamentari”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: