ULTIM'ORA

Siracusa, appalti pubblici: i segretari Filcams e CGIL Gugliotta e Zappulla richiedono un incontro urgente con il sindaco Garozzo


stefano gugliotta e paolo zappulla siracusa timesNews Siracusa: in data odierna si è riunita presso il salone della CGIL, l’Assemblea dei Lavoratori SOCOSI e UTIL SERVICE che operano in appalto al Comune di Siracusa per l’ufficio tributi e servizi generali.

Il consiglio ha approvato la relazione del segretario Filcams Stefano Gugliotta e le conclusioni di Paolo Zappulla segretario Generale CGIL, conferendo un espresso mandato di richiesta per un incontro urgente con il Sindaco Garozzo al fine di risolvere le criticità emerse prima della firma del contratto con l’Associazione Temporanea d’Impresa RTI GAS spa e EURO & PROMOS FM soc. coop p.a.

I lavoratori esprimono forte preoccupazione per il loro futuro nell’appalto del Comune di Siracusa, alla luce dei prospetti avanzati nel progetto tecnico e nelle lettere di chiarimento da parte della provvisoria aggiudicataria all’Associazione Temporanea d’Impresa RTI GAS spa e EURO & PROMOS FM soc. coop p.a.

Le OO.SS. ed i lavoratori, non possono dunque rimanere impassibili come dei meri freddi osservatori di fronte al ribasso d’asta del 27,40%, che ha permesso all’Associazione Temporanea d’Impresa RTI GAS spa e EURO & PROMOS FM soc. coop p.a. di avere l’aggiudicazione provvisoria, perché saranno proprio gli effetti di tale ribasso a riversarsi inevitabilmente sugli stessi lavoratori dell’appalto.

A titolo esplicativo, l’adozione del CCNL pulizie e multi servizi in luogo dell’attuale contratto del terziario, prevedendo l’inquadramento dei lavoratori tra il 2° ed il 5° livello ( n.d.r. nel contratto delle pulizie i livelli sono ordinati in senso crescente; nel contratto terziario in ordine de-crescente), espone i lavoratori ad una decurtazione della paga oraria.

Inoltre, la prospettata organizzazione del lavoro, di fatto, non solo prevede un abbassamento generalizzato delle ore lavorabili, ma, acutizza persino il divario tra i diversi orari di lavoro oggi esistenti, arrivando a prevedere anche quattordici ore settimanali rispetto al livello attuale che ne prevede un minimo di venti. Adottare il contratto delle pulizie e multi servizi da parte dell’Associazione Temporanea d’Impresa RTI GAS spa e EURO & PROMOS FM soc. coop p.a., significherebbe, trattandosi di una prima applicazione secondo la tesi aziendale, concretizzare la scelta di azzerare gli attuali scatti di anzianità, conseguendo quindi un’ulteriore perdita economica a carico  dei lavoratori dell’appalto.

Risulta assurdo e fuori da ogni logica contrattuale, secondo l’Assemblea dei Lavoratori SOCOSI e UTIL SERVICE, la possibilità, da parte dell’Associazione Temporanea d’Impresa RTI GAS spa e EURO & PROMOS FM soc. coop p.a. di prevedere l’utilizzo del contratto delle pulizie e multi servizi anche per i lavoratori che oggi hanno il contratto Filotranvieri, per gli autisti delle navette elettriche e per i lavoratori dei servizi cimiteriali con il contratto delle pompe funebri. Questa, sempre a parer loro, si configura come una possibilità che viola ogni norma contrattuale e del buon senso.

“Dalla lettura degli atti di gara – ha dichiarato il segretario Generale Filcams Siracusa, Stefano Gugliotta – appare incomprensibile la scelta della commissione di gara di procedere all’aggiudicazione provvisoria all’Associazione Temporanea d’Impresa RTI GSA spa dell’appalto per i servizi di supporto al Comune di Siracusa. Il ribasso d’asta del 27,40% ritenuto congruo dalla commissione di gara, si scarica interamente sui lavoratori dell’appalto e sul loro salario. Chiediamo espressamente al Sindaco Garozzo che continua a vantarsi di aver fatto le gare, di prendere una chiara presa di posizione, sia per quanto attiene il promesso ridimensionamento della forbice che attualmente vede lavoratori a 40 ore (in presenza di un comune che lavora 36 ore) e lavoratori a 20 ore che domani si potrebbero trovare addirittura a 14 ore, sia nei confronti di 88 famiglie che pagheranno con la decurtazione del loro salario il risparmio di € 705.000 l’anno per il Comune di Siracusa. Se la soluzione era questa, far lavorare gli autisti ed i lavoratori che gestiscono l’ufficio tributi con il contratto delle pulizie ridimensionando fortemente la paga oraria, e continuare a permettere a qualche “fortunato” di mantenere i medesimi privilegi nell’ambito di un appalto pubblico che lo stesso Garozzo aveva stigmatizzato, il Sindaco ha ben poco da vantarsi! La Filcams con la CGIL, metteranno in campo ogni azione per salvaguardare la professionalità ed il salario dei lavoratori dell’appalto, che oggi vengono ancora una volta calpestati”.

“Il Comune di Siracusa – ha aggiunto il segretario della CGIL di Siracusa, Paolo Zappullastranamente non utilizza un unico metodo per la redazione delle gare d’appalto, questo riteniamo sia un brutto segnale che deve essere chiarito, non si capisce infatti, per quale misterioso motivo nel bando dell’acqua è stato inserito l’obbligo di adozione del CCNL del settore, a differenza delle gare del supporto al Comune di Siracusa, dove non esiste alcuna indicazione del CCNL da applicare, con il risultato che ai lavoratori verrà proposto il contratto delle pulizie con i connessi taglio al salario”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: