ULTIM'ORA

Siracusa: Annino di Forza Italia critica l’operato della Giunta Garozzo


Annino Siracusa Times

Ermanno Annino, Forza Italia Siracusa

News Siracusa: il Responsabile del Dipartimento Cultura e Turismo di Forza Italia, Ermanno Annino, espone una propria analisi sull’operato amministrativo della Giunta comunale guidata da Giancarlo Garozzo.

“Siracusa con questo governo cittadino non ha beneficiato della tanta attesa svolta e ciò è sotto gli occhi di tutti – afferma Annino – Dal giorno dell’insediamento il nostro Sindaco e le sue giunte fin qui susseguitesi, hanno evitato qualsiasi confronto con i cittadini relegandosi a decisioni personali come avessero la verità in tasca su tutto, a parte qualche tavolo tecnico che è sembrato più esigenza di articoli giornalistici e arredamento che confronto, visto che sono serviti esclusivamente a “comunicare” decisioni prese in camera caritatis. Non mi stupisce tutto ciò guardando i componenti di giunta e maggioranza in consiglio che vivono di arroganza.

Ma la cosa grave – prosegue Annino –  è che non esiste un vero progetto cosi come presentato nel programma cittadino in campagna elettorale: si passa dall’impegno per definire la riapertura del Teatro comunale e la fine dei lavori del porto ai murales in città. In mezzo nulla, non esiste programmazione efficace sulla vita quotidiana e le esigenze della città e dei cittadini, i nostri amministratori vivono chiusi nel palazzo senza guardare oltre le mura del Vermexio. Il nostro sindaco e i suoi collaboratori si occupano solo di guerra di partito, di richiedere la sfiducia al governatore regionale e confrontarsi su ciò che è giusto e sbagliato dei messaggi del loro “guru” Matteo Renzi.

Ma la città ha bisogno di interventi e dedizione continua e giornaliera, serve ascoltare i cittadini, le categorie, occorre progettare seriamente per una ripresa economica e sociale di Siracusa, partendo dal turismo ma come mezzo di ricaduta economica sull’indotto. Patrocini, contributi, affidamenti senza bando, nessuno conosce nulla ed ogni qualvolta in aula l’opposizione chiede lumi, cade il numero legale o “strani” prelievi dei punti all’ordine del giorno non permettono la discussione. Entità e utilizzo della tassa di soggiorno e dello sbigliettamento dei siti, non si ha idea in cosa siano investiti, se in servizi al turista o al cittadino, oppure in manifestazioni culturali. La scelta dell’assessore alla cultura del Comune è veramente strana, si è trincerato in qualche evento ripetuto in due anni, stessi titoli, stessi spazi, senza tenere in considerazione altre proposte che magari sono state presentate al vaglio della sua selezione. Ha solamente deciso quali sono le proposte culturali da dare alla città, magari per gusti personalissimi senza porsi il problema della richiesta dei suoi concittadini e le ripeterà fino a fine legislatura, mentre gli operatori siracusani saranno costretti a migrare in altri lidi per realizzare i propri eventi; tra l’altro il costi di tali contributi del comune per il 2014 è stato di oltre 700 mila euro, logica vuole che se vengono ripetuti gli stessi eventi, sarà una cifra che uscirà dalle casse comunali tutti gli anni e tra l’altro finanziando sempre gli stessi organizzatori.

Penso  – prosegue l’esponente di Forza Italia – che siamo arrivati in un punto di non ritorno. C’è bisogno di fermare questo governo della città il cui sindaco mi sembra ragionare più da referente in Sicilia del Presidente del Consiglio che da primo cittadino, quindi,proiettato in altri seggi. C’è bisogno di staccare la spina e farlo in maniera celere.

Forza Italia è proiettata ad un tavolo comune del centrodestra al fine di essere alternativa senza se e senza ma a questa maggioranza. Lo faremo giornalmente – conclude Annino –  guardando con occhi attenti tutto ciò che accade in città, facendoci portavoce delle istanze dei cittadini, ascoltando e cercando di percorrere una strada comune con i movimenti civici che via via si stanno formando”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: