ULTIM'ORA

Siracusa, “Io amo Fontane Bianche” incontra l’assessore Foti. Il presidente Cacici: “Siamo delusi, niente sarà speso e nulla verrà fatto”


Associazione io amo fontane bianche siracusa timesNews Siracusa: l’associazione “Io amo Fontane Bianche” è stata invitata, presso il consiglio di quartiere Cassibile Fontane Bianche, ad un incontro con l’assessore alle infrastrutture, urbanistica, pianificazione territoriale e tutela del paesaggio Alfredo Foti. Un incontro dai toni deludenti per il presidente dell’associazione Raffaele Cacici ed il vice presidente Stefano Burgaretta, che si sono visti negare qualsiasi investimento o intervento utile alla promozione ed allo sviluppo della zona turistico-balneare.

“Abbiamo per l’ennesima volta esposto le innumerevoli carenze e assenze da parte dell’amministrazione comunale siracusana nei confronti di questo importante e strategico territorio – esordisce Cacici che dovrebbe essere il fiore all’occhiello tra le zone turistico balneari di Siracusa. Ma l’assessore Foti ci ha informati che non sono previsti investimenti di qualunque genere per la nostra zona, quindi visto che il comune di Siracusa non naviga nell’oro, niente sarà speso e nulla verrà fatto a Fontane Bianche. Neppure una striscia pedonale”.

“Siamo profondamente delusi – prosegue il presidente di “Io amo Fontane Bianche” – ma ci sorgono alcune domande: dove vanno a finire i soldi delle tasse versati dai proprietari delle ville? Foti ha spiegato che non ci sono soldi per strade, scuole, e tutti gli altri servizi del nostro comune. Noi ci chiediamo: chi ha creato una simile situazione? Che futuro si prospetta per i nostri figli e la nostra città? Che speranze abbiamo di poter recuperare il tempo rimasto fermo a Fontane Bianche come in quasi tutta la provincia?”.

“Non ci rimane altro che continuare a fare il nostro dovere di cittadini pagando tutto fino a quando ce la faremo, sperando nel miracolo, senza abbassare la guardia, continuando ad esigere i servizi minimi che non abbiamo, pur sborsando il massimo. Invito residenti, operatori commerciali e turistici, gli estimatori di questa splendida baia – conclude Raffaele Cacici ad unirsi a noi per fare sentire la voce e l’importanza di Fontane Bianche prima che muoia definitivamente”.

“Credevo si parlasse di concrete novità – riflette Burgaretta riguardanti il territorio di Fontane Bianche soprattutto a seguito del precedente incontro tenutosi la scorsa estate presso il “Circolo del Giardino” ove, sempre alla presenza dell’assessore Foti, è stato illustrato il piano di rilancio di Fontane Bianche redatto dall’architetto Liistro, invece nulla di nuovo, ma solo dei semplici propositi per il futuro. Dalle parole dell’assessore, emerge una chiara difficoltà ad attribuire la giusta attenzione al territorio di Fontane Bianche per la carenza di fondi e non solo. Esaustiva l’elencazione, da parte di Foti, delle opere che tutt’ora interessano il centro storico e Siracusa, mentre per Cassibile Fontane Bianche, sono, forse, in programmazione solo piccoli interventi prima della stagione estiva 2016, anche grazie all’impegno della commissione al decentramento – conclude il vice presidente dell’associazione – più volte sollecitata dalla nostra associazione a risolvere notevoli problemi”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: