ULTIM'ORA

Siracusa. Al via la tappa aretusea del tour di formazione italiana per i barman del futuro


coktail siracusa timesNews Siracusa: Il segreto di un cocktail perfetto? Il giusto mix di preparazione ed esperienza, le skills indispensabili di un barman professionista. Caratteristiche non semplicemente fini a loro stesse ma che si conquistano attraverso un percorso formativo ad hoc. Con questo spirito Confcommercio e la Fipe – Federazione Italiana Pubblici Esercizi lanciano “Professione Barman”, un ciclo di incontri di aggiornamento e formazione su tutto il territorio nazionale, realizzati in collaborazione con le associazioni di riferimento territoriali e rivolti sia agli operatori che a tutti coloro che desiderano lavorare nel settore.

“La Fipe da anni presta particolare attenzione all’aspetto formativo dei professionisti del bar – dichiara Marcello Fiore, Direttore Generale della Fipe – Un mondo in fermento che vede la crescente presenza di giovani interessati ad avvicinarsi a questa realtà che in Italia comprende, secondo gli ultimi dati, circa 150.000 bar per un numero complessivo di 213.000 addetti di cui oltre 24.000 apprendisti. Con questo programma di corsi la Federazione si propone di strutturare maggiormente la propria offerta incrementando al contempo la sinergia con le associazioni territoriali su tutto il territorio nazionale: un importante valore aggiunto per incrementare la pervasività delle proposte e l’affiancamento formativo, il supporto e la consulenza agli operatori”.

Il corso, in tour lungo lo Stivale, arriva il 16 maggio anche a Siracusa, tenuto dal maestro Pierluigi Cucchi e articolato in due differenti moduli. Il primo si propone di fornire le conoscenze del mondo del bar a tutti coloro che siano interessati a questa professione, sia per ragioni professionali che per interesse personale. Ampio spazio sarà dato alle esercitazioni pratiche, mentre particolare attenzione sarà rivolta alla capacità di proporre, accanto ai cocktail internazionali, nuovi drink di tendenza.
Il secondo livello, invece, si realizza in un corso ad alta specializzazione principalmente focalizzato sulle tecniche di preparazione e miscelazione di cocktail e long drink.
A conclusione dei corsi è prevista una verifica finale per i partecipanti, una cocktail competition che, come nelle due precedenti edizioni, saprà regalare emozioni ai partecipanti e al pubblico che interverrà. Durante la cocktail competition, gli allievi del corso dovranno preparare un solo drink miscelato e decorato a piacimento, che verrà valutato da una giuria selezionata, composta da professionisti del settore dei pubblici esercizi.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: