ULTIM'ORA

Siracusa, affidamento gratuito a privati degli impianti sportivi pubblici, Evoluzione Civica: “un atto sleale del Comune”


Cittadella Siracusa TimesNews Siracusa: impianti sportivi pubblici. Il Comune paga le utenze ai privati che gestiscono le strutture pubbliche diventando “un atto di slealta’ verso le associazioni private che hanno realizzato impianti con fondi propri e versano le tasse comunali”. Questo è il pensiero del segretario politico del segretario politico di Evoluzione Civica, Gaetano Penna. In prossimità della scadenza dell’Avviso Pubblico del Comune di Siracusa per l’affidamento gratuito a privati di impianti sportivi pubblici il gruppo politico siracusano ricorda all’Amministrazione che lo sport è di tutti, e deve essere per tutti, e solo una gestione pubblica degli impianti sportivi pubblici può garantire una effettiva uguaglianza di trattamento tra le associazioni sportive. E pertanto insiste affinché il Comune di Siracusa, anche in autotutela, ritiri immediatamente l’avviso. “I pubblici amministratori devono essere onesti. Ma non basta, quando si tratta di sport, si richiede qualcosa di più, bisogna essere leali”.

“Oggi le utenze degli impianti sportivi pubblici – spiega Penna –  anche quando affidate a privati, ci risulta vengano pagate dal comune di Siracusa, cioè da tutti i cittadini. A cominciare dalla Cittadella dello Sport dove le utenze sono sempre state tutte a carico pubblico, pur essendo la struttura da anni affidata a gestioni private. Non solo, la manutenzione delle aree verdi, trattandosi di verde pubblico, viene effettuata dall’IGM, cioè ancora una volta, è a carico di tutti i cittadini. E così anche le manutenzioni straordinarie”.

“Pur essendo tutto ciò legale, e forse onesto – ancora Penna – certamente non è leale nei confronti di tutte quelle associazioni sportive private che si sono fatte carico della costruzione e gestione di impianti sportivi propri, dei quali ovviamente pagano ogni costo di gestione, comprese le relative tasse comunali”.

“Se si ha il coraggio imprenditoriale di costruirsi e gestirsi un proprio impianto, si devono sopportare tutti gli oneri relativi, mentre se si gestisce un bene pubblico si può essere esonerati da alcune ingenti spese di gestione? Questo ci sembra sleale! – conclude -. Non possiamo scandalizzarci per le notizie sul doping nello sport, se poi ‘droghiamo’ la concorrenza tra associazioni sportive, mettendo talune in evidente posizione di vantaggio”.

 

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: