ULTIM'ORA

Siracusa, 49 anni e due brevetti. E’ Francesco Piccione il successore di Archimede


Piccione Siracusa Times

News Siracusa: Ben due brevetti di invenzione industriale sono stati rilasciati al siracusano Francesco Piccione, classe 1964, al fine di attestare ufficialmente la paternità delle sue rivoluzionarie invenzioni.

Il Brevetto n. 1.415.104/2014, dal titolo “Metodo o procedimento per il rodaggio e l’incremento dell’efficienza di trasmissione dell’energia, per i dispositivi elettronici, altoparlanti, cavi elettrici” e il Brevetto n. 1.415.894/2015, dal titolo “Famiglia di Cavi Elettrici a multiconduttori con struttura geometrica in progressione numerica” rappresentano il frutto dei suoi studi decennali relativi al comportamento del flusso di energia e alla sua efficienza di trasmissione, all’interno dei cavi elettrici e nei dispositivi elettronici. La proficua ricerca del dott. Piccione ha permesso di risolvere, in maniera innovativa, l’impossibilità di vedere ad occhio nudo i diversi comportamenti tenuti dal flusso di energie o corrente elettrica all’interno dei cavi elettrici. La soluzione è stata identificata dal dott. Piccione nell’uso dell’udito.

Dopo la metà degli anni Ottanta, Piccione iniziò lo studio di un sistema di diffusori acustici e mise a punto uno strumento che potesse essere utilizzato per percepire le variazioni della qualità del suono: il Reference System. Il Brevetto n. 1.415.104 del 28/05/2014 riguarda un metodo assolutamente innovativo: è stato scoperto, che i componenti elettronici, i cavi elettrici e gli altoparlanti migliorano le loro prestazioni in virtù dello svolgimento di una determinata “attività fisica”, proprio come fossero esseri umani. Anche il secondo brevetto rappresenta un risultato straordinario. Esso contribuirà infatti a modificare radicalmente il concetto di “cavo elettrico” non più percepito come un semplice insieme di fili di rame, ma come un vero e proprio “dispositivo” all’interno del quale l’efficienza di trasmissione del flusso di energia elettrica dipende essenzialmente dalla sua “Struttura Geometrica”, ossia dalla forma geometrica che possiede il cavo al suo interno.

Il dott. Piccione, in particolare, ha scoperto che realizzando delle strutture geometriche in cui il flusso di energia possa viaggiare alla velocità più prossima a quella della luce, si ottiene un incremento di efficienza, accompagnata dalla conservazione dell’energia. Questo tipo di cavo elettrico dunque, non solo può funzionare meglio, ma consente anche un risparmio di energia.

Si tratta di una scoperta assolutamente rivoluzionaria, motivo di orgoglio per Siracusa e soprattutto per il cittadino aretuseo che l’ha ideata.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: