ULTIM'ORA

Siracusa, 35 poliziotti penitenziari precari: la UIL ne sollecita la stabilizzazione


News Siracusa: chiudere i procedimenti di assegnazione temporanea dei 35 poliziotti penitenziari in servizio a Siracusa dal mese di ottobre del 2016. Questo l’obiettivo sollecitato dal Segretario Generale della UILPA Polizia Penitenziaria Sicilia Gioacchino Veneziano.

“Abbiamo la certezza – dichiara Venezianoche il Provveditore Regionale della Polizia Penitenziaria Siciliana farà mantenere l’impegno al Capo del Personale del Dipartimento Amministrazione Penitenziaria affinché le 35 unità, distaccate l’anno scorso per l’apertura del “nuovo padiglione” al carcere di Siracusa, vengano stabilizzate”.

“Non vogliamo – prosegue il Segretario Generale della UILPA – un “favignana-gate” accaduto nell’anno 2011, quando operatori distaccatati a seguito dell’apertura del nuovo carcere di Favignana dopo oltre tre anni sono stati costretti a ritornare nelle sedi cedenti, perdendo di fatto il beneficio in quanto superati in graduatoria da altri poliziotti.”

“Per tale ragione – spiega Veneziano giorno 9 u.s. ho inoltrato una missiva al Dottore De Gesu, a Capo dell’Amministrazione Penitenziaria in Sicilia, per conoscenza al Presidente del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria Dott. Santi Consolo e al Direttore Generale del Personale e delle Risorse del Dipartimento Amministrazione Penitenziaria per sollecitare la stabilizzazione dei colleghi a tutt’ora precari”.

“Ed infatti – riassume – il Provveditore Regionale ha immediatamente messo in moto le iniziative di propria pertinenza, inviando con separata corrispondenza la problematica rappresentata dalla UIL e sottoponendola quindi alla valutazione della Direzione Generale del Personale e delle Risorse del Ministero della Giustizia Dipartimento Amministrazione Penitenziaria, ed ovviamente – conclude Venezianosperiamo in un rigurgito di velocità per evitare azioni di proteste legittime a tutela dei lavoratori. un rigurgito di velocità per evitare azioni di proteste legittime a tutela dei lavoratori”.

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: