ULTIM'ORA

Siracusa. Il 20 e il 21 maggio a Palazzo del Senato convegno su “La tragedia come scissione, la filosofia come riunificazione”


Palazzo Senato Siracusa Times

Palazzo del Senato – Siracusa

News Siracusa: “La tragedia come scissione, la filosofia come riunificazione”, questo il tema del convegno che avrà luogo il 20 e il 21 maggio a Palazzo del Senato a Siracusa, organizzato e promosso dall’associazione “Dione“.

“Viviamo – dichiarano i promotori – in un’epoca in cui la tragedia ci appare in tutta la sua evidenza. Siamo di fronte ad una sorta di “bellum omnium contra omnes”: una guerra di tutti contro tutti. Ma la tragedia, quindi la separazione, si trova altresì all’interno dell’uomo. Infatti le molteplici voci discordanti (istinti, emozioni, sentimenti, pensieri) sono in conflitto tra loro perché non obbediscono a un principio unico. Tutto ciò va a scapito della pace interiore e dell’intelligenza che sono il presupposto di azioni illuminate ed efficaci e di relazioni feconde e dignitose. Come porre rimedio a tutto questo? Occorre una visione filosofica che prospetti una ri-unificazione, una sintesi. Sintesi all’interno dell’individuo, nelle relazioni interpersonali, nelle scelte politiche nazionali ed internazionali. E questo può avvenire solo se l’uomo guadagna la sua sintesi interiore, riunificando quello che è sparso tra le oscurità del divenire e scoprendo il suo essere profondo, stabile, costante. Questo è stato sempre l’obiettivo della grande filosofia, soprattutto quella platonica: la “reductio ad unum”. Ma anche la grande scienza del secolo scorso fa dire a Max Planck nella sua autobiografia: “Il nostro compito è di trovare in tutti questi fattori [variabili] l’assoluto, l’universalmente valido, l’invariante che vi è nascosto”. Questo convegno – concludono gli organizzatori – vuole essere un piccolo tentativo di ritrovare quello che ci armonizza e ci unisce.”

Introdurranno i lavori Francesco Italia, vicesindaco di Siracusa e Giuseppe Girgenti, presidente dell’Associazione “Dione”.

Lungo la giornata di venerdì vi saranno le relazioni di Salvatore Nicosia “La tragedia come rito”; Raphael Ebgi “Contemplare il destino. Riflessioni su tragedia e filosofia”; Federico Leonardi “Socrate ed Euripide”; Roberto Fai “Dopo la tragedia”; Mariella Di Baudo “La cura di sé: riconoscere l’aretè in se stessi”.

Mentre sabato sarà la volta di Giuseppe Girgenti “Alcesti nel Simposio Platonico e l’eros filosofico come aspirazione all’Uno”; Elio Cappuccio “Dike e Dikai nell’esperienza tragica”, Federico Croci “La danza smembrata. Scissione psicologica e dissezione somatica”, Vita D’Angelo Retorica e dialettica nel Gorgia di Platone”; Sofia Amoddio La politica: dalla lusinga all’etica”; Giuseppe Muscato Il sofista e il filosofo: dal buio del nozionismo alla luce della conoscenza noetica” Sofia Muscato “Il Fedro di Platone Trasposizione in versi dialettali e in chiave comica”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: