ULTIM'ORA

Sicilia, scuola. Vinciullo: “Chiamata diretta dei Presidi? Un fallimento totale”


Vincenzo Vinciullo siracusa timesNews Sicilia: “un fallimento totale”. L’On. Vincenzo Vinciullo, Presidente della Commissione ‘Bilancio e Programmazione’ all’ARS, definisce così il principio in base al quale la selezione dei docenti per gli incarichi a tempo determinato viene affidata interamente alla scelta discrezionale dei Dirigenti scolastici.

“Come prevedibile, la novità – dichiara l’On. Vinciullo introdotta dalla “Buona scuola”, ha dimostrato tutti i suoi limiti, tant’è vero che in alcune Regioni i Dirigenti scolastici, correttamente, hanno preferito farsi assegnare i docenti dall’Ufficio Scolastico Regionale, anziché procedere direttamente”.

“La scelta dei docenti da parte dei dirigenti – prosegue l’Onorevole – doveva dare forza al progetto formativo, doveva servire a sburocratizzare le procedure di assegnazione dei docenti, ma, senza le necessarie correzioni, si è rivelato un fallimento totale dove spesso alcuni dirigenti sono andati alla ricerca di tutto fuorché delle competenze necessarie per favorire e sviluppare la progettualità della scuola diretta”.

“Per questo motivo – conclude Vincenzo Vinciullocredo che sia indispensabile tornare al sistema democratico e corretto dell’assegnazione dei docenti, superando e abrogando il metodo introdotto dalla “Buona scuola” che si è rivelato assolutamente fallimentare in quanto ai dirigenti scolastici sono stati assegnati funzioni, compiti e poteri che non avevano neanche al tempo del fascismo, dove Giovanni Gentile riuscì a tutelare la dignità del docente e a salvaguardarne l’imparzialità e l’indipendenza”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: