ULTIM'ORA

Sicilia, rifiuti pericolosi: sequestrata un’azienda di “recupero plastica” a Vittoria


News Sicilia: i finanzieri della Compagnia di Ragusa hanno sequestrato a Vittoria, nella mattinata di martedì, un’impresa di “recupero plastica” ed un’area industriale estesa su circa 40.000 m² adibita a stoccaggio incontrollato di fanghi, rifiuti speciali e all’illecito smaltimento della plastica dismessa proveniente dagli impianti serricoli.

Il provvedimento di sequestro, emesso dalla Procura della Repubblica di Ragusa, è scaturito dalla pregressa attività info-investigativa che ha consentito di denunciare all’Autorità Giudiziaria il rappresentante legale della società, in concorso con altri soggetti, per reati ambientali legati all’illecito smaltimento di rifiuti speciali. I responsabili rischiano una pena che va dall’arresto da tre mesi a un anno ad un’ammenda da 2.600 € a 26.000 €.

L’impresa aveva realizzato una vera e propria area di stoccaggio non autorizzata di rifiuti tossici e nocivi per la salute pubblica, consistenti in centinaia di metri cubi di fanghi palabili privi delle idonee misure di trattamento.

Sul sito, necessario l’intervento di personale specializzato dell’A.R.P.A. di Ragusa per effettuare carotaggi e prelievi di campioni al fine della classificazione dei rifiuti speciali, tossici e nocivi conferiti in discarica, e per analizzare le acque di falda, così da appurarne l’eventuale inquinamento.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: