ULTIM'ORA

Sicilia. Prodotti tipici esportati in tutto il mondo tramite il web


La crisi ha fatto tantissimi danni, ha contribuito in modo pesante ad affossare diverse aziende. I numeri sono sotto gli occhi di tutti, ma molto più semplicemente, basta fare un giro nei centri delle città e vedere quante serrande sono state abbassate o parlare con la gente per avere il polso reale della situazione. Ma tutta colpa della crisi in realtà non è. Una parte di questo disastro economico è dovuto anche al cambiamento economico stesso. L’avvento delle tecnologie, infatti, ha spostato molti mercati sul web. Da una parte è stato un bene, ma dall’altra troppe aziende non erano pronte per questo passaggio e la maggior parte non sono competitive.

Per competitiva s’intende un’azienda che possa spiccare tra le altre e sbaragliare la concorrenza per fatturato, ma anche per numero di visite e dunque di clienti, se il lavoro di lead viene svolto bene. Molte aziende siciliane però sembrano aver già capito quanto la presenza sul web possa fruttare, soprattutto per quanto riguarda la vendita di quei prodotti tipici dell’isola che suscitano curiosità e interesse soprattutto all’estero oltre che nel resto del territorio nazionale. Per acquistare online ormai tutti sanno che le carte di credito sono sufficientemente sicure, quindi anche per questo motivo gli acquisti sono aumentati di pari passo con la fiducia degli utenti, e tuttavia si può scegliere una paypal alternativa confrontando le varie soluzioni per una maggiore serenità durante lo shopping online, e potendo inoltre richiedere anche un prestito in molti casi a tasso zero.

Ma quali prodotti vengono venduti sul web? A spopolare sono le famose arance siciliane e i limoni, insieme a diversi altri prodotti biologici. Ad acquistare in questo caso sono gli italiani, compresi i siciliani stessi che a seconda della quantità e delle spese di spedizione trovano un’ottima alternativa alla grande distribuzione, soprattutto dal punto di vista qualitativo. Ma non è tutto, i prodotti tipici hanno un loro spazio sul web, come per esempio cannoli, cassate, solo per citare i dolci, ma non manca il pane nero di semola duro, il gustoso olio e i formaggie. Ad incentivare l’acquisto sul web anche alcune agevolazioni dopo il superamento di una determinata soglia di spesa,  come ad esempio sconti o spese di spedizioni gratuite.

Ma sarà davvero roseo il futuro delle aziende siciliane 2.0?

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: