ULTIM'ORA

Sicilia, Palermo: 2.3 miliardi di euro per l’agricoltura sicula, arriva anche la “Banca della Terra”


Rolling LandscapeNews Palermo: due miliardi trecento milioni di euro è la somma destinata alla regione Sicilia per il Piano di Sviluppo Rurale 2014-2020.

Una cifra notevole che aiuterà le aziende siciliane che in questi anni hanno resistito, con non poche difficoltà, alla crisi economica. Non solo, questa ventata di ricchezza sarà anche un’opportunita’ per tutte le eccellenze nascenti nel mondo dell’agricoltura.

La Regione Sicilia sarà promotrice di progetti capaci di promuovere innovazione, il ritorno dei giovani all’agricoltura e la nascita di strutture funzionali a progetti di rete.

In questa programma-rinascita le giovani generazioni di agricoltori, saranno destinatarie di una importante iniziativa: la Banca della Terra. Quest’ultima è un elenco periodicamente aggiornato dall’Assessorato regionale dell’agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea e contiene e le informazioni relative alla consistenza, destinazione e utilizzazione dei beni nonché, in caso di assegnazione a terzi, i dati identificativi del concessionario, gli estremi, l’oggetto e la durata dell’atto di concessione. Usufruendo della “Banca della Terra” si procederà all’assegnazione dei beni per la realizzazione di finalità solidaristiche e per il perseguimento di vari obiettivi dalla produzione agricola destinata in parte ai soci della cooperativa sociale assegnataria dei terreni, alla produzione energetica da fonti rinnovabili attraverso l’installazione di tettoie fotovoltaiche utilizzando le apposite risorse comunitarie e nazionali. L’introito derivante dalla vendita dell’energia al gestore della rete è destinato in parte alla Regione, come royalties di utilizzo, ed in parte ai soci della cooperativa sociale assegnataria dei terreni, come reddito di dignità. La concessione dei beni avviene esclusivamente attraverso procedure di evidenza pubblica.

Un’importante risultato quello che verrà ottenuto e che tra le finalità ha anche quella della valorizzazione del patrimonio forestale, dei terreni incolti e favorire il ricambio generazionale.

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: