ULTIM'ORA

Sicilia: in arrivo ad Augusta gli ultimi 151 immigrati soccorsi da “Mare Nostrum”


immigrati

News Siracusa: le coste siciliane vedono ancora uno sbarco accaduto nelle ore scorse, uomini e donne, erano a bordo della nave Borsini della Marina militare e di una motovedetta della Guardia costiera . I 151 migranti salvati sono stati soccorsi a largo di Portopalo.

Avvenuta nelle stesse ore l’intercettazione di un giovane del Ghana ritenuto lo scafista del gommone naufragato due giorni fa a largo delle coste della Libia. Il giovane è stato fermato dalla polizia giudiziaria. A bordo c’erano 120 migranti provenienti dal centro Africa. (27 i dispersi, 4 i feriti, e 89 i superstiti).

Alfano annuncia la fine dell’operazione Mare Nostrum e l’inizio di Triton, a carico dell’Unione europea. Triton che sarà finanziata da fondi europei, costerà 3 milioni di euro al mese, totalmente a carico dell’agenzia Frontex finanziata da fondi europei, a differenza di Mare Nostrum, che è costata in totale 114 milioni, 9 e mezzo al mese.

Durante questo passaggio di testimone c’è chi, come la Lega Nord, chiede un maggiore e reale impegno all’Europa contro l’immigrazione. Secondo la Lega infatti i veri problemi rimarrebbero comunque irrisolti.

Luca Zaia, governatore della regione Veneto, dichiara:

Lo squadrone di Paesi europei che vi partecipa, dopo aver raccolto questa povera gente illusa e tradita, altro non farà che scaricarla sulle coste italiane e il Governo italiano continuerà a trattarla come pacchi, scaricandola sui territori.”

La Caritas si oppone:

Dobbiamo continuare a salvare le vite umane di chi spera in un futuro diverso.”

La Caritas di Palermo si è unita all’appello nazionale affinché possa proseguire l’operazione Mare Nostrum.

L’associazione invocando il diritto umano alla vita sottolinea:

Non possiamo voltare le spalle e permettere che queste persone muoiano in mare“.

Queste le forti affermazioni del direttore don Sergio Mattaliano.

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: