ULTIM'ORA

Sicilia: annullati sette concorsi. La legge di stabilità “taglia” 500 posti di lavoro


spending-review1News Sicilia: una manovra economica che convince sempre meno. Soprattutto al Sud. E’ di oggi la notizia che con la legge di stabilità e le nuove esigenze di organico sono stati annullati sette concorsi, per 489 posti, alla Regione. La “mazzata” più forte è arrivata all’assessorato ai Beni Culturali.

In particolare, a Palermo, sono stati avviati i procedimenti di revoca in autotutela dei concorsi per titoli a 1 posto di dirigente tecnico biblioteconomo; 11 posti di dirigente tecnico naturalista; 50 posti di assistente tecnico geometra e disegnatore; 83 posti di assistente addetto a laboratorio di informatica, fotointerpretazione, aerofotogrammetria, tecnica audiovisiva; 100 posti di assistente tecnico (archeologo, architetto, etnonaturalista, storico dell’arte, documentarista); 120 posti di assistente tecnico aiutobibliotecario-documentarista. Tutti banditi 15 anni fa e mai espletati. In ambito sanitario, infine, l’Asp di Agrigento ha revocato il concorso per 124 posti di dirigente medico in vari settori.

Insomma, il piano delle stabilità adottato dal Governo Renzi, tra le misure in grado di aiutare gli investimenti per “rivitalizzare l’economia meridionale” non c’è spazio per

 

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: