ULTIM'ORA

S.C. Palazzolo, la trasferta di Pedara terminata senza reti. Pippo Strano: “adesso dipende solo da noi, no a cali di tensione”


News Palazzolo Acreide: Resta qualche rimpianto per aver mancato in un paio di occasioni quello che poteva essere il colpo del ko, mariconsegna al campionato una squadra, quella gialloverde, sempre più determinata e compatta, che anche ieri non ha quasi mai rischiato e, ancora una volta, è uscita tra gli applausi del pubblico e a testa altissima da un campo particolarmente ostico. Adesso, terminati gli scontri diretti con il Palazzolo che è l’unica squadra del girone a non averne perso nemmeno uno, da domani bisognerà rivolgere il pensiero alle prossime gare (a partire da quella interna di domenica con il Real Avola) ed avere la stessa determinazione mostrata nelle ultime per provare a fare più punti possibili e raggiungere (senza più perderla) la vetta della classifica, che era e rimane a un punto. I mezzi e le capacità per farlo i gialloverdi hanno dimostrato di averle tutte ed il fatto di non aver perso nemmeno con la San Pio X non può che avvicinare sempre più la squadra di Pippo Strano all’obiettivo finale se si considera che le dirette rivali, già da domenica prossima, sono attese da una serie di sfide incrociate dall’esito tutt’altro che scontato e che, irrimediabilmente, qualcuna di esse dovrà lasciare per strada altri punti. “Noi, però, – sottolinea mister Strano con la sua consueta chiarezza ed incisività – dobbiamo guardare in casa nostra pensando soltanto a fare risultato nei prossimi impegni. La gara con il Rocca, in tal senso, – aggiunge il tecnico etneo del Palazzolo – è stata emblematica per cui, al di là delle avversarie che incontreremo, bisognerà restare concentrati ed evitare cali di tensione. Il fatto di non aver perso a Pedara ci pone in una situazione di vantaggio rispetto a chi attualmente ci precede, è vero, – ha concluso – ma dobbiamo fare il nostro dovere e tutto, ancor più di prima, dipende soltanto dai risultati che riusciremo ad ottenere nelle prossime domeniche”.

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: