ULTIM'ORA
Pubblicità elettorale - Committente Giancarlo Lo manto

S.C. Palazzolo, la squadra aggancia il secondo posto. Baiocco: “bisogna dare il massimo fino alla fine”


News Palazzolo: ancora ottime indicazioni per il Palazzolo, che, domenica dopo domenica, si sta pian piano attestando nelle posizioni di classifica più consone al suo valore, ed in una situazione che comincia davvero a farsi interessante: dopo aver battuto il Real Avola al termine di un derby senza storia, la squadra di Pippo Strano è più che mai determinata ed ha già messo nel mirino l’unica formazione che attualmente le precede in graduatoria, il Pedara San Pio X.

Il secondo posto conquistato dopo aver operato il sorpasso ai danni di Acireale e Milazzo, due delle principali avversarie per la lotta al titolo, conferisce alla squadra maggiori certezze e la consapevolezza del fatto che il futuro dipende esclusivamente dai risultati delle ultime sette gare della regular season.

“Le formazioni che lottano per il titolo sono tante, è vero, – ha ricordato, al termine della gara di ieri, il tecnico Pippo Strano – ma se riusciamo a centrare sette vittorie di fila abbiamo delle buone possibilità di farcela. Non sarà facile ma stiamo lavorando per questo e ce la metteremo tutta”.

Indicative anche le parole di Davide Baiocco, il quale, piuttosto che pensare al successo di ieri o ai risultati delle dirette avversarie, guarda esclusivamente alle difficoltà che presentano i prossimi mpegni. “Sono sette gare molto difficili da affrontare per chi, come noi, è obbligato a vincere, – ha detto l’esperto centrocampista gialloverde – dunque restiamo concentrati in quanto la strada da percorrere, se vogliamo ottenere questa promozione, è ancora lunga. Bisogna giocare al massimo contro qualsiasi avversaria”.

Soddisfatti, infine, anche Peppe Grasso, l’autore della splendida rete del 4 a 0 di ieri al Real Avola, e soprattutto Claudio Fichera, che con i rossoblu ha realizzato la prima tripletta della sua carriera: “non capitano spesso delle giornate come questa per chi, come me, non è un attaccante, – ha tenuto a sottolineare l’esterno etneo del Palazzolo – il merito è dei compagni e del lavoro che svolgiamo settimanalmente con lo staff tecnico, che ci consente di rendere al massimo”.

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: